In declino, il tennis francese vuole allargare i suoi orizzonti

“Oggi sono molto ottimista sul futuro del tennis francese”. A chi non lo conosce, Luis, meglio conosciuto come “Luigi”, Borviga potrebbe sembrare abile al contrario. Tra quelli che mandano la palla in slalom quando l’avversario si ritrova al vetriolo, la testa in fioriera al limite del campo. Tuttavia, l’uomo che sussurra all’orecchio di Gilles Moreton, presidente della Federazione francese di tennis (FFT), non è il tipo da schivare la realtà.

Esiliato dal 2006 in Canada, dove ha guidato gli enormi progressi del tennis nazionale, il francese, vicepresidente responsabile dell’élite della Federazione canadese, tornerà in Francia in autunno, come consigliere del nuovo presidente del tennis tricolore . E guarda da lontano la portata del compito. “Quando tocchi il fondo dello stagno, puoi semplicemente salire. Oggi vogliamo muoverci e penso che non siamo gli unici”, così ha fotografato Moreton, il nuovo allenatore di tennis francese, venerdì 4 giugno.

Leggi anche Gilles Moreton, il nuovo presidente della Federazione francese di tennis

L’abisso del tennis francese è ormai ben sommerso. Nubi scure si sono adunate sulla Porte d’Auteuil, ma la tempesta ha aspettato fino a giovedì sera fino a venerdì per sparare il suo fulmine a modo suo, la peggiore prestazione dei francesi dal primo pomeriggio. Fatah (1968). Uomini e donne allo stesso modo, nessuno del secondo round del Roland Garros è mai passato. E tutto il personale, appena assunto – Moreton è stato eletto alla fine di febbraio – è entrato nella rete per cercare di colmare le lacune.

“Trasformazione generazionale”

La cosa peggiore è senza dubbio che l’edizione 2021 non ha sorpreso il tennis francese. Per anni, i risultati del quartetto di Joe-Wilfried Tsonga, Gael Monfils, Gilles Simon e Richard Gasquet hanno oscurato il lento declino del National Reservoir. “Siamo carponi a fine carriera e un po’ stanchi, Lo ha ammesso giovedì scorso, dopo la sua 17esima sconfitta consecutiva contro Rafael Nadal. È la fine del ciclo per molti, un momento difficile per tutti. ” Per le donne, l’immagine non è certo più luminosa.

READ  Il Manchester City cerca di reclutare Romelu Lukaku
Leggi anche: L’orizzonte per il tennis francese è ancora in stallo

“Siamo nella trasformazione della mia generazione e portare la torcia ad un livello alto è complicato”., ha osservato Jill Moreton, venerdì. Come altri paesi prima – la Svezia negli anni ’90, o più recentemente gli Stati Uniti e l’Italia – la Francia deve reinventarsi dopo un periodo d’oro. A cominciare dalla formazione.

Hai il 50,14% di questo articolo da leggere. Il resto è solo per gli abbonati.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *