Italia: il partito di Giorgia Meloni vuole l’impossibilità di vietare i presepi di Natale nelle scuole

Italia: il partito di Giorgia Meloni vuole l’impossibilità di vietare i presepi di Natale nelle scuole

Non sopporta il Natale “secolarizzato”. In Italia, la senatrice Lavinia Mennuni, del partito di estrema destra Fratelli d’Italia (FDI) del primo ministro Giorgia Meloni, vuole imporre misure restrittive alle scuole pubbliche per quanto riguarda le festività cristiane.

In un disegno di legge da lei appena presentato, auspica che i dirigenti non possano vietare “qualsiasi iniziativa promossa da genitori, studenti o organizzazioni scolastiche volta a proseguire le attività legate alle tradizionali celebrazioni legate al Natale e alla Pasqua cristiana, come l’installazione del presepe, rappresentazioni teatrali e altri eventi ad esso collegati”, riferisce il quotidiano italiano Corriere della Sera.

Queste iniziative non saranno obbligatorie ma i dirigenti degli stabilimenti che si oppongono ad esse saranno sanzionati con misure disciplinari, secondo il testo. Il suo disegno di legge fa seguito alla decisione “assolutamente inaccettabile” di alcune scuole di ribattezzare il Natale con “Festival d’inverno”, ha protestato la senatrice.

Misure “inaccettabili”.

Da parte dei partiti di opposizione, denunciamo “un’ipocrisia” dell’estrema destra e provvedimenti che “dovrebbero offendere tutti i credenti, oltre ad essere incostituzionali perché contrari alla libertà di culto”, ha reagito su X (ex Twitter) Riccardo Magi , segretario del partito di sinistra Più Europa.

Anche i presidi scolastici hanno fortemente contestato questo testo. “Tutti devono ricordarsi che viviamo in un Paese laico, la scuola è laica. Operazioni del genere, che ledono, tra l’altro, l’autonomia delle scuole, non sono accettabili», dice al Corriere della sera Gianna Fracassi, segretaria scolastica. «È importante rispettare le tradizioni del Paese, ma imporle per legge non è la soluzione», secondo Antonello Giannelli, presidente nazionale dell’Associazione dirigenti scolastici (ANP).

READ  Verratti finalmente al vertice, l'Italia si inchina

Il disegno di legge non dovrebbe essere discusso in Parlamento fino al prossimo anno. Nel corso della sua campagna elettorale, Giorgia Melona non ha mancato di rivendicare la propria identità cristiana e di farne un segno politico. “Sono una donna, sono una mamma, sono italiana, sono cristiana. Non me lo porterai via. Difenderemo Dio, la Patria e la famiglia dall’islamizzazione, decidetevi! » aveva dichiarato nel 2019 a Roma.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *