il Vaticano riaprirà i suoi musei

È l’inizio di un diradamento in Italia? I Musei Vaticani, compresa la celebre Cappella Sistina, riapriranno da lunedì 1 febbraio dopo 88 giorni di chiusura, a causa dell’epidemia di coronavirus. I Musei Vaticani non erano stati chiusi per così tanto tempo dalla seconda guerra mondiale.

I visitatori dovranno acquistare i biglietti in anticipo e verranno assegnati degli slot, al fine di evitare una concentrazione troppo alta di popolazione nello stesso luogo. I Tory hanno approfittato della chiusura, imposta nell’ambito delle misure adottate dal governo italiano per arginare la diffusione del coronavirus, per effettuare lavori di manutenzione e ripristino.

L’Italia è stato uno dei Paesi più colpiti dalla pandemia all’inizio del 2020. Il Paese ha 88.000 morti, contro 103.000 nel Regno Unito e oltre 75.000 in Francia. L’Italia, la terza economia della zona euro, soffre di una grave recessione accompagnata da una crisi politica con le dimissioni del premier Giuseppe Conte il 26 gennaio, ma la situazione sanitaria sta migliorando da tempo.

Bar e ristoranti aperti durante il giorno

Il governo ha recentemente annunciato il passaggio di buona parte delle regioni in zona “gialla”, cioè a basso rischio epidemico. Da lunedì, i bar e i ristoranti riaprono durante il giorno, così come i musei. La Sicilia e la Sardegna, le regioni Umbria (centro), Puglia (sud) e la provincia autonoma di Bolzano (nord) sono le uniche regioni soggette dal lunedì a vincoli più severi.

La redazione ti consiglia


Leggi di più

READ  L'Italia si accende per il futuro di Cristiano Ronaldo, il FC Barcelona sito in difesa

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *