il surplus commerciale continua a salire a gennaio

Il surplus commerciale dell’Italia ha continuato ad aumentare a gennaio in un anno, a 1,58 miliardi di euro, nonostante un calo significativo delle esportazioni, ha detto giovedì l’Istituto nazionale di statistica (Istat).

L’avanzo commerciale della terza economia dell’area dell’euro è aumentato di 1,05 miliardi di euro rispetto a gennaio 2020. Tuttavia, le esportazioni sono nuovamente diminuite a gennaio su un anno, scendendo dell’8,5%, dopo essere aumentate del 3,3% a dicembre.

Il calo delle esportazioni a gennaio è stato particolarmente forte per l’abbigliamento (-23,1%), i prodotti petroliferi raffinati (-36,5%), gli articoli farmaceutici e botanici (-9,0%) e i prodotti alimentari. , bevande e tabacco (-7,2%).

Al contrario, sono aumentate le esportazioni di veicoli (+ 6,5%), elettrodomestici (+ 5,3%), prodotti agricoli (+ 8,4%) e computer, apparecchiature elettroniche e ottiche (+ 0,8%).

Un forte calo delle importazioni

Tra i paesi che hanno maggiormente contribuito al calo delle esportazioni sono stati gli Stati Uniti (-20,6%), il Regno Unito (-37,4%), la Francia (-7,0%) ei paesi OPEC (-17,4%). Sono aumentate solo le vendite in Cina (+ 29,2%), Polonia (+ 5,8%), Germania (+ 0,9%) e Paesi del Mercosur (+ 8,2%).

Le importazioni sono diminuite dell’11,6% su base annua, dopo essere diminuite dell’1,7% a dicembre, principalmente a causa dei minori acquisti di prodotti dai paesi al di fuori dell’Unione europea (-18,3%).

Il surplus commerciale dell’Italia, cruciale per un’economia peninsulare fortemente dipendente dalle esportazioni, ha raggiunto i 63,5 miliardi di euro nel 2020, rispetto ai 56,1 miliardi dell’anno precedente.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *