i risultati degli ultimi 14 anni

i risultati degli ultimi 14 anni

Secondo il rapporto “Città Clima 2023” di Legambiente, Roma si distingue come la città più allagata d’Italia, con 49 alluvioni in 14 anni. Focus sui quartieri più colpiti dalle forti piogge.

Roma è la città italiana che soffre di più le forti piogge. Roma ha subito 49 alluvioni negli ultimi 14 anni. È quanto emerge dal dossier speciale “Alluvioni”, dal rapporto “Città clima 2023”prodotto dall’associazione ambientalista Legambiente, e presentato il 27 novembre, pochi giorni prima dell’apertura della Cop28 sul clima e del 12° congresso nazionale “Italia in divenire” – su crisi climatica e transizione ecologica -, organizzato a Roma presso all’inizio di dicembre sulla crisi climatica e la transizione ecologica.

A livello regionale, anche il Lazio è una delle regioni più colpite con 72 alluvioni, subito dopo la Sicilia (72) e prima della Lombardia (66).

A livello nazionale, secondo il rapporto, in Italia sono state registrate complessivamente 684 inondazioni, 186 esondazioni fluviali e 86 frane.

Il rapporto tiene conto anche di diversi fenomeni legati al dissesto idrogeologico, come le frane causate dalle forti piogge e le esondazioni dei fiumi. Nel Lazio il 3,5% del territorio, dove vivono 175.851 persone, è esposto ad alto rischio idrico.

La causa è il consumo di suolo

Legambiente segnala le conseguenze del consumo di suolo, legato all’edilizia. Solo lo scorso anno la Roma ha perso l’equivalente di 180 campi da calcio. “A Roma e nel Lazio, come in tutta Italia, dobbiamo renderci conto che un territorio come il nostro non deve essere ulteriormente cementificato e impermeabilizzato, ma al contrario disimpermeabile e adattato al clima”ha commentato Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio.

READ  "Questi tre africani cambieranno la mentalità in Italia"

I quartieri più a rischio alluvioni della Capitale

Secondo i dati diIdrogeo di Ispra, il rischio inondazioni riguarda il 9,1% del territorio della capitale, occupato da 96.586 abitanti, 11.388 edifici, 9.650 imprese e 177 beni culturali. La mappa dei quartieri più a rischio tiene conto di aree molto distanti tra loro: dalle zone periferiche del comune a quella centrale di via Guido Reni. Troviamo anche i quartieri di Tiburtina e Prenestina, Tor di Valle ed Eur Torrino nel municipio IX, Settebagni (nel municipio III) e Labaro (nel municipio XV), oppure il Villaggio Olimpico, Corso Francia, Salaria e Tiberina.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *