Haaland sente la voce della rivoluzione – TVA Sports

Erling Haaland, il giocatore principale, ha tenuto il Borussia Dortmund con una doppietta clinica a Siviglia (3-2), mercoledì, nell’andata del 16 ° turno di Champions League, dove è caduto nell’ombra in modo inefficace e ha battuto Cristiano Ronaldo con la Juventus a Porto (2-1). ).

Ronaldo chiude il Porto

Alla sua prima visita in Portogallo con la maglia bianconera, Ronaldo sognava uno scenario migliore. Ma “Mr. Champions League”, con i suoi cinque titoli (una volta con il Manchester, quattro con il Real Madrid) e 134 gol nella competizione, è passato, come la sua squadra.

La sua squadra, la Juventus, era troppo frenetica per competere contro i più audaci e stimolanti “draghi” del Porto. La “vecchia signora”, addormentata, non si è mostrata molto in attacco e ha mostrato una sorprendente febbre difensiva.

Dopo 63 secondi di gioco, Bentancur ha commesso un passaggio all’indietro suicida a Chesney che Mehdi Tarimi (secondo) si è lanciato. L’iraniano ha colto l’occasione per segnare il gol più veloce nella fase a eliminazione diretta dai tempi di David Alaba con il Bayern Monaco, già contro la Juventus ma nei quarti di finale, nell’aprile 2013 dopo 24 secondi.

Rebelotte subito dopo il primo tempo: la difesa è stata scavalcata dal dinamismo portoghese e Moussa Mariga ha approfittato del gol segnando il gol dell’intervallo 21 secondi nel secondo tempo!

Federico Chiesa ha ridato colore a Torrenez a fine partita (82) su cross di Adrien Rabiot, il centrocampista francese che si era già distinto con un bel calcio (41). Gli italiani, che hanno perso il capitano Giorgio Chiellini per infortunio al 35 ‘, hanno la possibilità di qualificarsi per la gara di ritorno il 9 marzo.

READ  Il Genoa può rimuovere una spina nel piede OM

Haaland Double Siviglia

Parte male a Siviglia, con un gol veloce (7), il Dortmund si riprende in direzione di viaggio con un superbo tiro dalla distanza di Mahmoud Daoud (18), prima che questo Devil Haaland faccia la differenza (27, 43).

Il Barcellona non è stato il contrario, non ha fatto tripletta, ma il 20enne norvegese aveva risposto a modo suo alla prestazione dell’acciaio XXL Kylian Mbappe, il giorno prima al Camp Nou con il Paris Saint-Germain. Con solo otto gol in cinque partite, l’ex attaccante del Salisburgo è il capocannoniere dell’edizione 2020-21.

Il Blond Giant (1,94 m) ha fornito una sintesi del suo incredibile talento combinando forza, velocità, destrezza e freddezza. Il suo primo gol è iniziato con un volo furioso e si è concluso dopo una missione furtiva con Sancho che ha permesso al portiere andaluso di passare. Il secondo arriva dal dispaccio di Marcus Royce dopo uno schema di appello sulla fascia destra, terminato con un tiro impeccabile dalla sinistra.

Il norvegese è impazzito nelle statistiche della Champions League: 18 gol nelle 13 partite giocate nella prestigiosa Coppa dei Campioni, con in più il bonus di almeno un gol realizzato contro gli otto avversari.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *