Euro 2024: partite, squadra e giocatore da seguire dall’Italia

Euro 2024: partite, squadra e giocatore da seguire dall’Italia

Forse non li abbiamo visti arrivare fino in fondo nel 2021, ma sono stati gli italiani a vincere l’ultimo Euro, il secondo della loro storia. Una vittoria tanto più sorprendente in quanto tre anni prima la Squadra Azzurra aveva saltato il Mondiale in Russia. All’ultimo Mondiale, in Qatar, non c’era neanche l’Italia. Da lì al ripetersi dello scenario del 2021, nulla è meno certo.

L’aneddoto

Anche se il blu non compare sulla bandiera italiana, è con questo colore che giocano i giocatori della Nazionale. Da più di un secolo il colore azzurro veste le maglie delle Nazionali italiane, di tutti gli sport. Nel 1911, quando il colore fu indossato per la prima volta, fu un omaggio a Vittorio Emanuele II, primo re dell’Italia unita. Sullo stemma della sua famiglia, quello di Casa Savoia, la croce sabauda è cerchiata di… blu.

Gli ultimi sei euro

Forma di squadra

La qualificazione agli Europei non è stata affatto semplice per gli uomini di Luciano Spalletti, arrivati ​​in panchina lo scorso settembre. Con solo quattro piccole vittorie in otto partite, gli italiani hanno finalmente conquistato il posto diretto nella competizione durante l’ultimo incontro e un pareggio (0-0) contro l’Ucraina. Battuta due volte dall’Inghilterra nelle qualificazioni, l’Italia resta comunque imbattuta da quattro partite.

Programma delle partite

Consulta i profili di tutte le squadre sulla guida Euro. E quelle del Gruppo B in particolare, ovvero Croazia, Spagna e Albania.

L’elenco dei giocatori selezionati

Ci sono i soliti pilastri della selezione, come capitan Donnarumma, Acerbi, Di Lorenzo in difesa, Barella al centro e Chiesa davanti. Ma Luciano Spalletti ha deciso di non convocare Marco Verratti, assente dalla selezione fin dal suo arrivo in Qatar lo scorso anno. Tra le altre assenze da segnalare ci sono Nicolo Zaniolo, Acerbi e Scalcini, infortunati, o anche Ciro Immobile, che ha fatto parte della squadra vittoriosa nel 2020. La posizione numero 9 dovrebbe essere condivisa tra Raspadori e Scamacca, autore di un’ottima stagione con l’Atalanta.

READ  “Sì, il Vaticano è in Italia! "
  • Guardiani: Gianluigi Donnarumma (PSG), Alex Meret (Napoli), Guglielmo Vicario (Tottenham), Ivan Provedel (Lazio)
  • Difensori: Matteo Darmian (Inter), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Alessandro Bastoni (Inter), Federico Gatti (Juventus), Federico Dimarco (Inter), Gianluca Mancini (Roma), Alessandro Buongiorno (Torino), Andrea Cambiaso (Juventus), Raoul Bellanova (Torino), Riccardo Calafiori (Bologna)
  • Ambienti: Nicolo Barella (Inter), Jorginho (Arsenal), Bryan Cristante (Roma), Lorenzo Pellegrini (Roma), Davide Frattesi (Inter), Samuele Ricci (Torino), Nicolo Fagioli (Juventus), Michael Folorunsho (Hellas Verona).
  • Attaccanti: Federico Chiesa (Juventus), Stephan El Shaarawy (Roma), Giacomo Raspadori (Napoli), Gianluca Scamacca (Atalanta), Mateo Retegui (Genoa), Riccardo Orsolini (Bologna), Mattia Zaccagni (Lazio).

La probabile composizione

Dal suo arrivo in testa alla selezione lo scorso anno, Luciano Spalletti ha allenato la Squadra Azzurra solo otto volte. Nelle qualificazioni ha sempre schierato un 4-3-3 prima di tentare il 3-4-2-1 nelle amichevoli contro Venezuela ed Ecuador a marzo. Dopo gli annunciati pacchetti di Acerbi e Scalvini, la cerniera centrale italiana è stata oggetto di importanti lavori. Bryan Cristante può invitarsi nel tridente centrale mentre Scamacca può avere un’ottima carta da giocare in prima linea per scalzare Raspadori. Gli infortuni di Zaniolo e Berardi offrono opzioni come esterno destro.

Giocatore da tenere d’occhio: Nicolò Barella

A 27 anni Barella è il capitano dell'Inter.
A 27 anni Barella è il capitano dell’Inter. LaPresse/Icon Sport

Indistruttibile nel centrocampo della Nazionale, lo è anche con il suo club, l’Inter, grande vincitrice della Serie A in questa stagione. In un anno finanziario 2023-2024 in cui solo l’eliminazione da parte dell’Atlético Madrid in Champions League ha oscurato il quadro, il giocatore 27enne è stato uno dei migliori, se non il migliore, elemento della sua squadra. “È il nostro Iniesta”, ha detto di lui l’ex giocatore e allenatore Gianfranco Zola. Prova che Spalletti ha tutta la fiducia nel suo giocatore, tanto da affidargli la fascia di capitano in assenza di Donnarumma contro l’Ecuador. Per ringraziarlo, Barella ha segnato il secondo gol dei suoi nel finale di partita.

READ  Thuram rispetto a Eto'o!

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *