Attività fisica e prescrizioni | sieronet

Quanto è facile ai medici prescrivere l’attività fisica quotidiana? Questo è un obiettivo moderno campagna Guidato dall’Alta Autorità per la Salute (HAS). La Fondazione precisa che l’adozione della legge 2 marzo 2022 ha specificamente aperto a tutti i medici la prescrizione per l’attività fisica modificata (APA). Di conseguenza, l’American Health Association (HAS) ha voluto pubblicare una nuova guida consultiva e nuovi documenti sulle malattie per incoraggiare la prescrizione di attività fisica. Questi documenti hanno lo scopo di supportare meglio i medici nella loro conoscenza dell’attività fisica per ottenere una prescrizione appropriata, efficace e sicura. Consente inoltre alle persone direttamente coinvolte di conoscere le possibilità e comprendere i benefici di questo tipo di attività in base alla loro malattia o condizione di salute. Questa prescrizione per l’attività fisica è per le persone con malattie croniche o fattori di rischio, così come per le persone con una perdita di indipendenza. “I benefici per la salute dell’attività fisica sono ormai ampiamente conosciuti e convalidati, anche per le persone che vivono con una malattia cronica”, ricorda Brie Dominique Le Golodic, presidente del Collegio dell’Alta Autorità per la Salute. Per chiarire: “Le controindicazioni all’uso sono rare e spesso temporanee. Al centro della prevenzione e nell’ambito di un rapporto di fiducia con il proprio paziente, il clinico, nell’ambito della consulenza, può spiegare, motivare e descrivere l’attività fisica quotidiana, l’attività sportiva ricreativa o l’attività fisica adattativa (APA) che sarà quindi fornito da un relatore professionista qualificato all’interno di un corso di salute personale organizzato e monitorato. “In questo contesto si inserisce la Guida all’attività fisica (PA) Counseling and Prescribing for Adult Health Purpose pubblicata da HAS. È integrata da nuovi documenti per aiutare caratterizzare l’AP per malattia. Perché l’attività fisica? In autonomia, l’attività fisica interferisce con la prevenzione di molte malattie croniche ed è anche un trattamento non farmacologico di per sé”, sottolinea HAS. Per tutta la vita, l’attività fisica sostenuta è benefica per: ridurre l’incidenza e morte per malattie cardiovascolari; ridurre l’incidenza del cancro al seno e del colon e dell’endometriosi (la membrana mucosa che riveste l’interno dell’utero), della vescica e dei reni; migliorare la funzione cognitiva e la qualità della vita durante il sonno, ma anche ridurre il rischio di depressione , aumento di peso eccessivo, diabete gestazionale e cadute negli anziani n; Nelle pazienti, inoltre, i benefici sono numerosi: ridotto rischio di morte (mammella, colon-retto, prostata, diabete di tipo 2), ridotto dolore. L’Assemblea Mondiale della Sanità spiega che “In ogni fase della vita, anche quando si ha una condizione cronica, l’attività fisica è un bene per la salute. In questo caso specifico, assume la forma di attività fisica adattiva. Individualmente, questa pratica tiene conto del stato fisiologico e psicologico del paziente in Ora attuale T che è seguito e accompagnato da un professionista appositamente formato Questa pratica deve essere regolare e continua per tutta la vita per essere efficace Un livello di attività fisica corrispondente ad un dispendio energetico di 1.000 kcal, ovvero un esercizio volume di 2,5 ore settimanali di attività fisica di moderata intensità (o elevazione equivalente) diminuisce l’incidenza di malattie cardiovascolari e mortalità prematura HAS insiste sul fatto che qualsiasi aumento del livello di attività fisica di un individuo, purché sia ​​regolare, è effettivamente positivo per la vostra salute.Gli effetti benefici dell’attività fisica scompaiono gradualmente entro due mesi se interrotta, pertanto l’attività fisica deve continuare per tutta la vita, adattandosi all’età e allo stato di salute.

READ  Biologia, scienza dei dati, geologia... Science Po Paris amplia il suo raggio d'azione

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.