Americano giustiziato in Arizona per aver ucciso una ragazza

Un americano, condannato a morte per aver ucciso una ragazza quasi 40 anni fa, è stato giustiziato mercoledì con un’iniezione letale in Arizona, che una volta aveva offerto una camera a gas.

• Leggi anche: L’Arizona esegue il primo detenuto condannato a morte dal 2014

• Leggi anche: L’Arizona offre camere a gas ai detenuti nel braccio della morte

Il Dipartimento penitenziario dell’Arizona ha annunciato in una dichiarazione che Frank Atwood, 66 anni, è stato dichiarato morto alle 10:16 (17:16 GMT) nel penitenziario statale di Firenze.

Nel 1984 rapì una bambina di 8 anni che andava in bicicletta a Tucson. Il suo corpo fu ritrovato sette mesi dopo nel deserto.

Fu condannato a morte nel 1987 e poi presentò diversi ricorsi giudiziari senza successo. La sua morte è stata posticipata anche a causa della sospensione delle esecuzioni in Arizona nel 2014 dopo la prolungata sofferenza di un detenuto convulso dopo aver ricevuto sostanze letali.

Il tentacolare stato del sud degli Stati Uniti ha finalmente ripreso la pratica il mese scorso quando ha giustiziato Clarence Dixon, un nativo americano condannato per aver ucciso uno studente trent’anni fa.

Per superare le obiezioni alla legalità delle iniezioni letali, l’Arizona offre ora ai detenuti nel braccio della morte la possibilità di inalare il gas letale.

Né Clarence Dixon né Frank Atwood hanno parlato, il che equivale ad accettare un’iniezione letale.

Ma la prospettiva di restituire la camera a gas ha sconvolto, soprattutto perché le autorità carcerarie hanno in programma di utilizzare acido cianidrico, l’ingrediente principale del gas Zyklon-B, associato all’Olocausto.

Tuttavia, la madre di Frank Atwood era ebrea e fuggì dall’Austria nel 1939 per sfuggire ai nazisti, secondo l’avvocato del condannato, May Jo Berkowitz.

READ  Ha rubato 215.000 dollari ed è scomparso per 52 anni

Dall’inizio dell’anno negli Stati Uniti sono avvenute sette esecuzioni.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.