Altro aggiornamento con problemi…

Altro aggiornamento con problemi…

Rilasciato con Patch Tuesday nel novembre 2023, l’aggiornamento KB5032190 per Windows 11 soffre di diversi difetti che causano problemi a molti utenti. Ce n’è abbastanza per offuscare la cattiva reputazione di questo sistema…

Windows 11 probabilmente non lascerà bei ricordi a molti utenti di PC. Oltre alle rigide – e non del tutto comprese – limitazioni imposte da Microsoft a livello hardware riguardo al processore e al famoso chip di sicurezza TPM 2.0 (vedi il nostro articolo) che di fatto hanno lasciato in asso molti computer, questo sistema operativo conosce il caos e sviluppo ambiguo, con aggiornamenti Caos che confonde anche gli esperti più esperti. Una “strategia” di cui abbiamo notato contraddizioni in numerose occasioni (vedi il nostro articolo), ma che l’editore, impegnato a riempire prodotti di intelligenza artificiale, sembra mantenere senza rendersi conto chiaramente del danno che provoca. Nuove prove ci sono state fornite ancora una volta con la patch KB5032190 apparsa martedì 14 novembre 2023, con la tradizionale messa in onda mensile della patch martedì. Perché nonostante le sue promesse e le nuove funzionalità, questa versione pone più problemi di quanti ne risolva per molti utenti.

Windows 11 KB5032190: icone di scherzi e cicli di riproduzione

Come i nostri colleghi di Windows più recente Segnala, molti utenti si sono lamentati di bug molto fastidiosi da quando hanno installato la nuova versione. Molti menzionano la scomparsa delle icone nella barra delle applicazioni, un bug che in realtà era apparso in un aggiornamento precedente – che alcuni hanno descritto come Moment 4, anche se Microsoft non ha annunciato nulla di molto chiaro al riguardo – e che avrebbe dovuto essere corretto da allora. Il problema più curioso è che si presenta in diverse forme, a volte con una “trasformazione” delle icone visualizzate – cliccando su un’icona si lancia l’applicazione dedicata all’icona adiacente… – oppure impegnandosi a riavviare Explorer ogni 30 minuti tramite il Task Manager. In un altro record, ma con una conseguenza altrettanto insopportabile, KB5032190 rallenta notevolmente l’utilizzo dei desktop virtuali, funzione comunque pratica per creare spazi separati e specializzati sullo stesso computer.

READ  Concentrarsi sul marketing dei contenuti interattivi

Ma la cosa peggiore è il riavvio a ciclo infinito. Molti utenti hanno segnalato che i loro computer si riavviano ripetutamente a vari livelli di installazione, con Windows che annulla le modifiche immediatamente dopo averle apportate, visualizzando il messaggio “Qualcosa non è andato come previsto.”. Di conseguenza, il processo porta al ritorno al punto di partenza con la versione precedente e ad un’enorme perdita di tempo. Infine, tieni presente che questi problemi riguardano le edizioni Home, Pro ed Enterprise di Windows 11, indipendentemente dal fatto che siano sulla build 22H2 o 23H2.

Microsoft, che avrebbe dovuto essere a conoscenza della situazione, non ha ancora fornito un rimedio a queste molestie. L’editore menziona alcune piccole preoccupazioni in merito Pagina di supporto dedicataCon “soluzioni alternative”, e indica lavorare su soluzioni. Dovremo attendere saggiamente altri aggiornamenti per correggere questi nuovi bug, e speriamo di non vederne altri prendere il loro posto! Ma queste nuove interruzioni difficilmente riusciranno ad aumentare l’indice di popolarità di Windows 11, che sembra maledetto sin dalla sua uscita. Tuttavia, segnaliamo che non abbiamo riscontrato questi problemi durante l’aggiornamento di diversi computer con Windows 11. La prova di ciò è che esso Non tutti siamo sulla stessa barca, quindi è difficile, in queste circostanze, consigliare o sconsigliare questa versione: bisogna credere che Windows Update si sia trasformato in una lotteria.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *