Vivendi, TF1, Niel, Kretinsky … tutti vogliono la versione M6

Stanno cambiando i loro spettacoli da diverse settimane. I potenziali acquirenti della gamma M6-RTL, offerta in vendita dalla società tedesca Bertelsmann, hanno avuto tempo fino a mercoledì sera per registrarsi presso la JPMorgan Bank, che sta eseguendo il processo. E alla fine sono tutti lì, o quasi. per me eco mercoledì, E il gruppo Vivendi di Vincent Bolloré, e il gruppo TF1 composto da Martin Bouygues, il Capo Libero, Xavier Niel e l’uomo d’affari ceco Daniel Kretinsky hanno tutti fatto spettacoli di gruppo guidati da Nicolas de Tavernost. The Italian Mediaset e Altice, The Patrick Drahi Collection (ex proprietario di pubblicazione), Farà anche parte di secondo Figaro. La tendenza è quella di unire i giganti dell’audiovisivo francese, anche quelli europei, per confrontarsi con le piattaforme americane.

Ma è improbabile che la questione sia così semplice per tutti gli attori, poiché sono necessarie normative anti-concentrazione sui media. Pertanto, il numero di canali TNT trasmessi dallo stesso gruppo audiovisivo è limitato a sette. M6-RTL è costituito da cinque canali (M6, W9, 6ter, Gulli e Paris Première), Vivendi (che include Canal +, Canal + Cinéma, Canal + Sport, Planète, C8, CNews e CStar) e TF1 (TF1 e LCI) e TFX e TF1 Séries Films) per vendere molte delle sue controllate. Sul lato radio, la soglia di anti-focus non consentirà ad Altice di unire RMC a RTL. I regolamenti vietano allo stesso gruppo di toccare bacini di una popolazione cumulativa superiore a 150 milioni di abitanti. E il secondo il mondoLe tre stazioni RTL (RTL, RTL2 e Fun) si fanno sentire in 114 orecchie Milioni, quando RMC e BFM Business insieme avevano già raggiunto 55 Milioni “. Troppo complicato, a meno che la normativa non cambi: gli attori del settore stanno spingendo in questa direzione.

READ  Bilancio 2021: meglio la Germania, Spagna e Italia in attesa di aiuti europei

1,5 miliardi di operazioni

Alcuni sono andati anche alla parte storica. Ad esempio, Vivendi e il suo azionista Vincent Bolloree, nonostante siano nel bel mezzo di una fame mediatica, sono ancora interessati ad acquistare Europe 1 da Lagarder. L’interesse per RTL sembra essere una bufala. A lui va però attribuito il fatto che l’armatore di Canal + stia già lavorando con Bertelsmann, a seguito dell’acquisizione a dicembre del ramo stampa francese del gruppo tedesco Prisma. I nuovi arrivati ​​avranno meno ostacoli. Daniel Kretinsky e il suo gruppo CMI attualmente possiedono solo il canale commerciale B Smart e Marianne TV, la divisione televisiva in Francia. Inoltre, un team interessante: i tre partner del gruppo di produzione di contenuti audiovisivi Mediawan, Xavier Niel, Matthieu Pigasse e Pierre-Antoine Capton creano Una nuova società, PNC Media, sta facendo domanda per acquisire l’M6-RTL secondo Figaro. Sostenuto da importanti investitori, inclusa la famiglia Arnault, aggiunge il quotidiano. Il processo sarà costoso. Per quanto riguarda il 48% che possiede nella M6, RTL Group (una controllata di Bertelsmann) prevede circa 1,5 miliardi.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *