Un’ondata di caldo senza precedenti colpisce l’Asia

Un’ondata di caldo senza precedenti colpisce l’Asia

Vaste aree dell’Asia stanno soffrendo un’ondata di caldo da record, dalle Filippine al Myanmar, costringendo milioni di bambini a rimanere in casa.

• Leggi anche: Indonesia: nuova eruzione del vulcano Monte Ruang e chiusura del vicino aeroporto internazionale

• Leggi anche: Birmania: ad aprile è stato stabilito un nuovo record di temperatura con 48,2°C

• Leggi anche: Le Filippine stanno soffocando dopo l’aumento delle temperature a Manila

Quali sono le aree interessate?

Il caldo sta colpendo gran parte delle regioni del Sud e del Sud-Est asiatico, con temperature record registrate nei giorni scorsi a Chuuk in Birmania e a Manila, capitale delle Filippine.

Le autorità tailandesi hanno avvertito di condizioni meteorologiche “gravi”, mentre in Cambogia, Myanmar, Vietnam, India e Bangladesh si prevede che le temperature supereranno i 40 gradi.



Agenzia di stampa francese

Anche il nord del Giappone è stato colpito, con temperature che hanno superato i 25 gradi a Sapporo, cosa inaudita in questo periodo dell'anno.

Cosa causa questo caldo?

I mesi che precedono la stagione dei monsoni o delle piogge sono generalmente caldi, ma quest’anno le temperature sono ben al di sopra della media in molti paesi. Gli esperti affermano che il cambiamento climatico sta facendo sì che le ondate di caldo siano più frequenti, più intense e più lunghe.

Anche in Asia le temperature stanno aumentando più rapidamente della media globale, secondo la World Meteorological Organization, un’agenzia delle Nazioni Unite.



Un’ondata di caldo senza precedenti colpisce l’Asia

Agenzia di stampa francese

Milton Spear, meteorologo e ricercatore presso l'Università di Tecnologia di Sydney, ha dichiarato all'AFP che il fenomeno meteorologico El Niño avrà un ruolo importante quest'anno.

READ  L'esercito ucraino accusa i russi di aver sparato bombe al fosforo su Serpent Island

“L’assenza di nuvole durante El Niño significa che è probabile che le temperature siano in media più elevate”, afferma. Per quanto riguarda la superficie del mare, le temperature sono attualmente di diversi gradi superiori alla norma, “il che contribuisce a mantenerle più alte della media nelle zone interne durante la notte” e a vederle quindi “innalzarsi da una base più alta” durante il giorno.

Anche altri fattori svolgono un ruolo, come la deforestazione, che riduce l’ombra e aumenta la superficie asciutta, e l’urbanizzazione, dove le strutture in cemento, vetro e acciaio assorbono il calore anziché rifletterlo.

Chi sono le popolazioni colpite?

Il caldo estremo colpisce soprattutto i bambini, gli anziani e le persone con malattie o disabilità preesistenti. Coloro che vivono in povertà spesso non hanno soluzioni di raffreddamento in casa o sono costretti a lavorare in condizioni che non forniscono un’adeguata protezione termica.

L’UNICEF ha avvertito che 243 milioni di bambini nella regione del Pacifico e dell’Asia orientale sono a rischio di ondate di caldo.

“L’esposizione dei bambini alle ondate di caldo porta allo stress da calore”, spiega Salwa Al-Eryani, specialista sanitaria presso l’ufficio regionale dell’UNICEF.

“Possono svilupparsi problemi seri, come malattie cardiovascolari, insufficienza d'organo e disfunzioni muscolari e nervose”, ha detto all'AFP.

Come stanno rispondendo i paesi?

Le autorità di molti paesi hanno chiesto ai propri cittadini di restare nelle proprie case. In Nepal gli ospedali sono stati messi in allerta, mentre le autorità cambogiane hanno esortato le scuole pubbliche a tenere aperte porte e finestre per la ventilazione.

Bangladesh e Filippine sono andati oltre, decidendo di chiudere le scuole per diversi giorni. Ma in assenza di aria condizionata o di edifici adeguati, molti bambini, costretti a rimanere a casa, non beneficiano delle temperature fresche nelle case, ha avvertito la signora Al-Eryani.

READ  decrittazione | Autopsie repubblicane, dal 2012 al 2022
fino a quando?

In Bangladesh il caldo non dovrebbe diminuire prima di giovedì. In Tailandia i meteorologi hanno avvertito che le piogge annuali potrebbero non cadere fino alla fine di maggio, diverse settimane più tardi del solito.

Anche quando arriverà il monsone, la tendenza generale al riscaldamento continuerà, prevede Milton Speer.

“Le ondate di calore continueranno a verificarsi con maggiore frequenza perché gli oceani e l’atmosfera si stanno gradualmente riscaldando a causa del riscaldamento globale”, afferma, mettendo a rischio i raccolti e il bestiame, nonché gli esseri umani che lavorano all’aperto.

L’adattamento sarà fondamentale, ha affermato Speer, compresa la fornitura di “edifici sostenibili di quartiere dotati di aria condizionata, dove le persone possano andare durante il giorno e dormire la notte”.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *