Un cane in corsa per eccesso di velocità è stato arrestato mentre era alla guida di un’auto

Un cane in corsa per eccesso di velocità è stato arrestato mentre era alla guida di un’auto

Un cane è stato sorpreso alla guida di un’auto in corsa, una foto che recentemente si è diffusa sui social media.

• Leggi anche: È stata scattata a 144 km/h nella zona 70 di Gatineau

• Leggi anche: Devi pagare una multa ricevuta negli Stati Uniti?

La scena surreale catturata in Slovacchia sembra una foto composita, ma non lo è.

La polizia slovacca ha addirittura affermato che gli agenti “non potevano credere ai loro occhi” quando hanno visto la foto.

Questa insolita foto è stata scattata dal radar nella città di Sines, nell’ovest del Paese, e la polizia l’ha condivisa sul suo account Facebook.

Questo post è stato notato per la prima volta dai media Informazioni sulla Francia.

Sebbene non sia visibile nella foto, dietro al cane c’è in realtà un autista umano. L’animale si sedette semplicemente sulle sue ginocchia.

L’autista di 31 anni ha spiegato le circostanze dicendo che il suo cane gli è improvvisamente saltato addosso, ma la polizia ha contraddetto il suo racconto.

Secondo le riprese delle telecamere di sorveglianza visionate dagli agenti, pochi secondi prima dello scatto della foto non si era verificato alcun movimento improvviso all’interno dell’auto.

In Quebec, secondo la Sezione 442 dell’Highway Safety Act, “è vietato guidare un veicolo su strada quando un animale ostacola la vista del conducente o interferisce con la sua guida”.

È inoltre vietato guidare con il proprio animale domestico in grembo.

Oltre ad essere vietato, il tuo animale domestico potrebbe subire gravi lesioni in caso di attivazione dell’airbag.

Se si verifica una violazione, rischi una multa di $ 100.

READ  La guerra in Ucraina | Il ministro lussemburghese chiede il "rovesciamento" di Putin

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *