Stagione della sfida di squash

Questo testo fa parte del libro del piacere privato

Gli agricoltori ricorderanno l’estate del 2023 come uno degli anni più piovosi degli ultimi anni. Molti raccolti hanno sofferto a causa delle forti piogge nel mese di luglio, comprese le cucurbitacee. Una brutta stagione arrivò nel momento sbagliato, quando finalmente la zucca cominciò a ritrovare un posto nei piatti dei quebecchesi.

“La stagione è iniziata bene”, sospira José Roy, proprietario dell’azienda agricola Ferme La fille du roy a Sainte-Madeleine a Montérégie, che stima di aver perso quest’anno circa l’85% del raccolto. La germinazione delle piante stava procedendo bene quando i giorni di pioggia hanno iniziato ad susseguirsi.

“La zucca preferisce il sole all’acqua. I campi sono stati allagati e i fossati sono stati riempiti. Le piante nel terreno argilloso sono state lavate in acqua per due settimane”, conclude.

La stessa devastazione è toccata a Pascale Couteau, proprietaria di La Couurgerie, azienda agricola specializzata in cucurbitacee a Saint-Elizabeth, nel comune di Lanaudiere. “Non potevamo diserbare perché non potevamo nemmeno raggiungere i campi con le macchine perché il terreno era troppo bagnato.”

un risultato ? Le piante, private della luce solare, producevano meno fiori (e quindi meno frutti) e molte più foglie. Hanno guadagnato altezza, rendendo la raccolta più difficile. Le zucche che riescono a sopravvivere sono impregnate d’acqua. Si manterranno meno tempo, oltre ad essere meno saporiti.

Dopotutto, avremo la zucca da cucinare questo autunno. Jose Rui invita le persone a consumare rapidamente il raccolto o a congelarlo.

Popolarità riconquistata

Solo di recente gli abitanti del Quebec sono tornati al piacere di mangiare la zucca, anche se le cucurbitacee fanno parte della nostra dieta da molto tempo. Provenienti principalmente dal Messico, queste verdure sono sempre state l’elemento base della dieta di molte Prime Nazioni canadesi. Ad oggi, le cucurbitacee sono una delle colture orticole più importanti del paese, insieme a patate, mais dolce, piselli, carote e fagioli.

READ  Trascorrere 30 minuti al telefono a settimana è pericoloso per la salute

Secondo José Ruy, la mania per questi frutti e verdure si spense nel dopoguerra: “La gente ne era stanca, perché non esistevano ricette per cucinarli”.

Furono le aziende agricole produttrici di zucca e che praticavano anche l’agriturismo a ravvivare il nostro interesse per le cucurbitacee circa vent’anni fa. “L’U-pick è diventata un’attività all’aperto associata alla caduta”, afferma Pascale Couto.

La donna, che coltiva zucche dal 1999, sottolinea anche che i social network hanno aiutato molto a diffondere questa produzione: «La gente viene a fare foto nei campi perché il paesaggio è meraviglioso, poi vanno a raccogliere zucche e zucche ad Halloween.

Poi, grazie agli sforzi dei produttori di zucca per educare i visitatori sui tanti modi di consumare il frutto del loro lavoro, gli abitanti del Quebec si rendono sempre più conto che le zucche non sono solo una decorazione, ma soprattutto un alimento nutriente e delizioso. Torte, zuppe, focacce, stufati: ora sanno come cucinarli.

La prossima sfida: scoprire le decine di varietà che sappiamo coltivare qui in Quebec. Perché sì, c’è molto di più oltre alla zucca e agli spaghetti di zucca!

Le cinque famiglie della zucca invernale

Questo contenuto è stato prodotto dal team delle pubblicazioni speciali di dovere, legato al marketing. Scrivere il dovere Non ho partecipato.

Da vedere in video

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *