Spie marocchine nel posto caldo in Francia (e in tutta Europa)

Spie marocchine nel posto caldo in Francia (e in tutta Europa)

Stanno diventando più aggressivi o meno cauti? Negli ultimi mesi, diversi casi di spionaggio che hanno coinvolto i servizi segreti marocchini hanno fatto notizia a Parigi così come a Bruxelles, Roma e Berlino.

La cosa più sorprendente accade nel Parlamento europeo. All’inizio di dicembre, la polizia belga e quella italiana hanno arrestato all’interno del Parlamento europeo decine di eurodeputati e funzionari pubblici presumibilmente coinvolti in una campagna segreta di lobbying a favore del Qatar all’interno del Parlamento europeo, ovviamente a pagamento. Negli uffici degli imputati sono stati trovati anche oltre due milioni di euro in contanti. Ma durante le loro indagini su quello che la stampa ora chiama “Qatargate”, la polizia ha scoperto un altro scandalo. Secondo il quotidiano belga “Le Soir” e la rivista tedesca “Der Spiegel”, l’ex deputato italiano nel cuore del Qatargate, Pierre Antonio Panzieri, avrebbe accusato il Marocco, come il Qatar, di aver corrotto membri del Parlamento europeo per influenzare le decisioni . Parlamento europeo in relazione al Regno sharifiano. Interrogatorio confermato da Francesco Giorgi, assistente p

Per leggere il restante 75%,
Approfitta dell’offerta a 1 euro per il primo mese senza impegno.

READ  La nascita del Mezzogiorno passerà per il Ponte di Messina

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *