“Possiamo prevenire gli attacchi d’asma”, spiega Claire Farkouh, pneumologa del Nancy CHRU

“Possiamo prevenire gli attacchi d’asma”, spiega Claire Farkouh, pneumologa del Nancy CHRU

Martedì 7 maggio si celebra la Giornata mondiale dell’asma, una malattia infiammatoria che colpisce i propri cari e per la quale più di 400.000 residenti vengono curati presso la principale istituzione. Ne parliamo con la dottoressa Claire Farkouh, pneumologa del CHRU Nancy.

Un’occasione per conoscere meglio questa malattia, che colpisce il doppio delle persone rispetto a 20 anni fa. Ci sono diversi fattori che possono spiegare questo aumento del numero di pazienti:C’è una diminuzione della nostra immunità e un aumento dell’inquinamento. Ci sono diverse ipotesi senza prova“.

Trattamento di base

Per le persone con asma”Le convulsioni possono essere prevenuteClaire Farkouh spiega: “La prevenzione viene dal trattamento di base che riduce la bronchite. Il modo migliore per prevenire l’allergia agli acari della polvere è, ad esempio, cambiare la biancheria da letto e aumentare la ventilazione“Se l’asma non si cura”Possiamo essere controllati e non soffrire più di convulsioni se riceviamo un trattamento“.

Come si riconoscono i segnali che indicano l’asma? “Si verifica durante l’esercizio, con difficoltà di respirazione, tosse, senso di costrizione toracica o respiro sibilante. Se ti ritrovi molto limitato rispetto alle persone della tua età, puoi consultare un medico“.

READ  Un caso di meningite è ricoverato al Centro ospedaliero di Bastia

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *