“Kalam of Knowledge”: E per crollare



Per saperne di più: Come ascolto i podcast di The Conversation?


Antropocene, intersezionalità, ritardo… questi termini ti dicono qualcosa, certo! Ma a volte usiamo queste parole senza sapere veramente cosa significano. In Words of Science, poi, torniamo alla storia e al significato di queste parole chiave con ricercatori in grado di illuminarci.

La puntata di oggi è dedicata alla parola crollo. La sfida per noi è capire cosa significa questa parola in ecologia, cosa è scientifico, come è diventato popolare e quali pratiche civiche ne sono derivate. Dove ci porta, insomma, a dire che il nostro modello di società potrebbe crollare se superiamo la capacità di carico del pianeta.

Diamo il benvenuto, con Jennifer Galley, responsabile del Dipartimento dell’Ambiente, alla sociologa Alice Canapati, addetta al Laboratorio per il cambiamento sociale e politico dell’Università di Parigi, docente e autrice del libro. Ecologia e narrazione del peggio, le storie e il futuro in tensione (Pubblicato nel 2021 da Edizioni Utopia).

Durante questo episodio ascolterai degli estratti da Facebook Live DatantD 2018 Tra Edward Philip, allora primo ministro, e Nicolas Hulot, allora ministro della transizione ambientale, che discutono del crollo e in particolare dell’importante opera del geografo americano Jared Diamond, Crollo (Collasso: come le società decidono la loro morte o sopravvivenza, pubblicato in Francia nel 2006). Rileverai anche un estratto da un file Reportage nella città in transizione Ungersheim, in Alsazia, trasmesso da France 24 nel 2019.



Leggi tutto: “Parole della Scienza”: l’Antropocene


.

Progettato e prodotto da Iris Deroeux. Direttore di produzione Ryan McGinney

READ  GLEAMER pubblica i risultati convincenti di uno studio clinico (IA in Radiology) sulla prestigiosa rivista "Radiology"

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *