Più di 1.300 migranti sbarcano in Italia dopo diversi soccorsi

Più di 1.300 migranti sbarcano in Italia dopo diversi soccorsi

(Aggiornato con numero aggiornato di persone soccorse, dettagli)

ROMA, 11 marzo (Reuters) – Più di 1.300 migranti sono sbarcati sabato nel sud Italia dopo che la guardia costiera italiana ha avviato le operazioni di salvataggio di tre imbarcazioni in difficoltà in mare agitato al largo della costa calabrese.

Una nave della Guardia Costiera ha trasportato più di 500 persone raccolte a 160 km dalla costa fino al porto di Reggio Calabria, che ha accolto anche 379 migranti da un’altra imbarcazione in difficoltà.

“Queste operazioni sono state complesse perché le barche erano sovraccariche e le condizioni del mare erano sfavorevoli”, ha detto la guardia costiera in un comunicato.

Un peschereccio con a bordo 487 migranti è arrivato nel porto di Crotone dopo essere stato rimorchiato da una zona dove il 26 febbraio sono affondate almeno 74 persone.

Le autorità siciliane hanno anche comunicato che 200 migranti sono stati soccorsi al largo dell’isola e che sarebbero sbarcati a Catania in giornata.

Da mercoledì sono arrivati ​​in Italia più di 4.000 migranti, rispetto ai 1.300 di tutto marzo dello scorso anno.

Il governo di estrema destra di Giorgia Meloni, eletto in particolare sulla promessa di porre fine all’immigrazione clandestina, ha annunciato giovedì un inasprimento delle pene detentive per i contrabbandieri promettendo al contempo di facilitare l’immigrazione legale.

Alla fine dello scorso anno ha attaccato i barconi delle Ong internazionali che aiutano i migranti, che ne hanno ridotto il numero nel Mediterraneo senza rallentare il ritmo delle partenze per il Nord Africa. Circa 17.000 persone hanno effettuato la traversata dall’inizio dell’anno, rispetto alle 6.000 dell’anno scorso nello stesso periodo. (Scritto da Crispian Balmer, versione francese Tangi Salaün)

READ  Italia: sospetto ladro sepolto sotto il tunnel che stava scavando

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *