Non è facile integrare la scienza nelle decisioni del governo | scienza | notizie | il Sole

IlLa scienza e le prove spesso faticano a trovare la loro strada verso i vertici dello stato, dove vengono prese le principali decisioni, e il fisico dell’Università di Montreal Norman Musso sa tutto su di loro. Dopo aver co-presieduto la Commissione sulle questioni energetiche in Quebec, nel 2013, e aver visto il governo ignorare immediatamente le sue raccomandazioni (un altro comitato è stato formato sugli stessi temi poco dopo), è stato uno degli istigatori di The Climate, State e US Initiative , nel 2017 e nel 2018, che mirava a riunire ricercatori con competenze diverse per rivedere la gestione ambientale in Quebec. Il signor Mousseau ha valutato questo martedì alla conferenza ACFAS, che si svolge questa settimana presso l’Università del Quebec a Outaouais.

Piano d’azione senza follow-up

E il quadro non è roseo. Il piano d’azione senza un reale follow-up di Transports Québec è solo un esempio tra gli altri del fatto che la scienza (come competenza come mezzo, con metriche, ecc.) Nonostante i ripetuti appelli, quel giorno il governo liberale non ha nemmeno accusato ricevuta – si è tenuto un incontro con l’allora ministro dell’ambiente – e se altre parti hanno inviato monitor, molti hanno inserito nei programmi solo estratti delle raccomandazioni.

“Ero al CAQ sabato scorso ed è stato bello vedere la maggior parte delle persone nella stanza sostenere le proposte ambientali. Hanno riconosciuto l’urgente necessità di agire sul cambiamento climatico. […] Quindi c’è consenso, ma c’è un fallimento delle strutture per metterlo in pratica. Peggio ancora, non siamo in grado di fare piani che resistono”, ha denunciato Musso.

niente scienziati

READ  Sylvain Nouvel: Testing Values, Immigration, and Science Fiction | Libri Arti | il Sole

Gli esempi abbondano, al di là dei piani falliti. “Lo ha detto François Legault dopo le alluvioni, spiega il fisico: non riuniremo scienziati, ma ministri insieme e lavoreremo. Quindi l’illuminazione della scienza, non la vogliamo, la vediamo in tutte le sue fasi […parce que] I politici sentono che stanno perdendo il controllo, quindi non sono apprezzati. Prendi l’esempio di Reem [Réseau express métropolitain, un vaste projet de transport léger sur rail à Montréal qui doit entrer en service en 2021] : C’è un comitato istituito per organizzare il progetto sulla base della scienza, in modo che sia coerente. E la prima cosa che abbiamo fatto è stata aggirare il problema”.

Le scoperte sono ancora possibili, anche con i partiti che non hanno ancora la reputazione di avere il maggior interesse per l’esperienza o di essere “i più ecologici”, ha detto Musso durante la sua presentazione. Il CAQ ha inviato un osservatore a Le climat, Etats et nous, ma non hanno modificato il loro programma per tenere conto dei risultati. Tuttavia il loro osservatore, Richard Campo, candidato al CAQ [et maintenant député de Bourget]È tornato a trovarci dopo le elezioni per chiederci come avrebbe potuto gestire la cosa internamente. Questo è fatto abbastanza facilmente, ma nonostante ciò, abbiamo i piedi nella porta”, dice.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *