L’interdipendenza della diplomazia scientifica… la soluzione secondo l’ex premier (dott.ssa Lasina Zerbo) – Burkina24.com – Burkina Faso News 24h/24

Pubblicità

Su iniziativa dell’Associazione per i Cittadini e lo Sviluppo (CiDev) e della Fondazione per la Sicurezza, la Scienza, l’Innovazione e la Diplomazia (ScID), al convegno si è svolto un dibattito sul tema: “Making Nexus Science Diplomacy a success to better contribuire ad affrontare le sfide del Sahel” questo sabato 10 dicembre 2022 presso l’Università del Prof. Joseph K. Zerbo , a Ouagadougou, sotto la supervisione di Meligy Traoré, ex diplomatico.

Quali sono le prospettive di questo annuncio?

L’ex Presidente del Consiglio, dott.ssa Lacina Zerbo, è il relatore principale di questo convegno-dibattito, per affrontare il tema “Il successo della diplomazia scientifica Nexus per contribuire meglio ad affrontare le sfide della regione del Sahel”partendo da un contesto storico globale prima di concentrarsi sulla situazione nazionale.

Il contesto globale è caratterizzato dalle sfide della sicurezza, della salute, del riscaldamento globale, della gestione dei disastri e della crisi energetica. Ha affermato che le sfide legate alle risorse alimentari e idriche sono tra i problemi più diffusi in Africa, soprattutto nella regione del Sahel.

Ma prima di andare oltre nella sua presentazione, si è assicurato di spiegare questa relazione tra diplomazia scientifica. “La scienza fornisce la struttura, la diplomazia fornisce il metodo.”E il Indicato subito. Secondo lui, per riuscire in questa interdipendenza, si tratterà concretamente di costruire ponti in tutti i settori, tra persone, esperienze, conoscenze e istituzioni per pensare collettivamente alla soluzione che apra la strada al cambiamento.

Tra i partecipanti c’erano membri del suo gabinetto.

“Sarà necessario costruire una diplomazia della scienza, integrare il concetto di scienza nella diplomazia, accettare il fattore della scienza nella diplomazia e divulgare le scienze della diplomazia della scienza (CIAV)”anche avanzare.

READ  Le zanzare sono altamente resistenti agli insetticidi identificati in Asia

Per sostenere questi aspetti, ha sostenuto una storia della diplomazia scientifica, attingendo a tre esempi concreti, tra cui il processo di scelta di un luogo per ospitare il progetto ITER (International Experimental Thermonuclear Reactor). “Ci sono voluti 20 anni di attività per prendere finalmente la decisione di installare questo impianto pilota a Cadarache, in Francia”.Egli ha detto.

“crisi di maturità”

“crisi di maturità”, descrivono correttamente la situazione nazionale. le sue raccomandazioni per questa crisi, “Unire gli sforzi tra ingegneri elettronici e geofisici e la cooperazione con le Forze di Difesa e Sicurezza (FDS) per frenare il terrorismo; la necessità di una mobilitazione cognitiva. Imparare a vivere insieme… rifiutando ciò che non fa parte della nostra cultura e delle nostre tradizioni”E il Citando l’ex premier.

Ci ha invitato ad entrare in questa dinamica affinché la scienza accompagni lo sviluppo e le politiche decisionali; Tutta la politica per riuscire a sconfiggere la gerarchia terroristica e garantire il ripristino del rispetto che avevamo per il Burkina Faso e per il Burkina Faso ovunque. Allo stesso modo, ha richiamato l’attenzione sull’importanza della demografia nello sviluppo di cui abbiamo bisogno, prendendo l’esempio di Cina, India, ecc.

Tambi Serge Bakum Zongo

24- Burkina Faso

Pubblicità

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.