L'insonnia cronica è curabile, ma non quello che pensi

L'insonnia cronica è curabile, ma non quello che pensi

Immaginiamo notti insonni, lunghe ore a rigirarsi senza che Morfeo finalmente ceda le sue braccia. Ma l’insonnia cronica, un disturbo che colpisce circa il 10% della popolazione, è in realtà più subdola di quanto pensiamo.

“È molto comune associare l'insonnia al non dormire la notte”, afferma il professor Christoph Nissen, direttore del Centro di medicina del sonno degli ospedali universitari di Ginevra (HUG). Tuttavia, questo non è il caso. Ampie meta-analisi che confrontano le persone che dormono bene con quelle che soffrono di insonnia cronica mostrano che la differenza nella durata del sonno è in media di soli 20 minuti, mentre quella dei partecipanti affetti è di diverse ore. Il sonno è un processo molto complesso e alcune aspettative irrealistiche al riguardo possono contribuire a rendere la notte poco riposante. È anche possibile che alcune attività di attivazione del sonno non possano essere misurate utilizzando i dispositivi attuali.

Sei interessato a questo articolo?

Per sfruttare al massimo i nostri contenuti, iscriviti! Fino al 31 maggio approfitta di uno sconto del 15% circa sull'Offerta Annuale!

Controlla le offerte

Buoni motivi per abbonarsi a Le Temps:
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sul sito.
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sull'applicazione mobile
  • Piano di pubblicazione di 5 articoli al mese
  • Visualizza la versione digitale del quotidiano dalle 22:00 del giorno precedente
  • Accedi agli integratori e alla rivista T, Temps, in formato e-paper
  • Accesso ad una serie di vantaggi esclusivi riservati agli abbonati

READ  Il grasso beige protegge dalla demenza

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *