L’ambasciata israeliana accusa la televisione cinese di “palese antisemitismo”

Pechino | L’ambasciata israeliana in Cina ha fortemente criticato il “palese antisemitismo” trasmesso dalla televisione cinese quando è stato pubblicato sul sostegno di Washington allo stato ebraico.

In un video pubblicato su Twitter martedì, il servizio in lingua inglese del canale di notizie pubblico cinese CGTN ha evidenziato la “forte lobby” degli ebrei negli Stati Uniti e ha affermato che “gli ebrei dominano i settori finanziario, dei media e di Internet” in quel paese. . .

In risposta, l’ambasciata israeliana in Cina ha annunciato martedì sera di essere “inorridita dal palese antisemitismo espresso dai media ufficiali cinesi”.

“Le accuse nel video sono razziste e pericolose e non dovrebbero essere utilizzate dai media che si rispettano”, ha aggiunto l’ambasciata su Twitter.

I commenti della CGTN arrivano mentre gli scontri tra Israele e Palestinesi sono i più feroci in un decennio, sostenendo che almeno 217 palestinesi negli attacchi israeliani dal 10 maggio, secondo il Ministero della Salute di Gaza.

Nel frattempo, 12 israeliani sono stati uccisi dal lancio di razzi palestinesi, secondo la polizia israeliana.

Pechino ha criticato l ‘”ostacolo” americano all’emissione di una dichiarazione del Consiglio di sicurezza dell’Onu che chiede la cessazione delle ostilità.

Domenica, il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha affermato che “a causa di un ostacolo al Paese, il Consiglio di sicurezza non è stato in grado di parlare con una sola voce” e ha invitato Washington ad “assumersi la responsabilità” delle Nazioni Unite.

READ  Putin promette di "rompere i denti" a chi attacca la Russia

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *