Italia: inchiesta sui cori antisemiti dei tifosi della Lazio

Le autorità sportive italiane hanno annunciato martedì le indagini sui cori antisemiti cantati dai tifosi della Lazio Roma domenica durante il derby contro l’AS Roma.

Questi cori, rivolti ai sostenitori avversari, sono udibili lunedì nei video che circolano sui social network. Sono state cantate più volte secondo i media italiani, anche dopo il fischio finale quando i giocatori della Lazio sono venuti a festeggiare la vittoria (1-0) davanti all’angolo nord dello Stadio olimpico occupato dagli ultras laziali.

In un comunicato, la Serie A italiana annuncia “un’ulteriore indagine” da parte della Procura della Federazione per stabilire in particolare il numero dei tifosi interessati e acquisire elementi dalle autorità di polizia.

Ricevi la nostra edizione giornaliera gratuita via e-mail per non perderti nessuna delle migliori notizie Registrazione gratuita!

Questi “cori maleducati, offensivi e religiosamente discriminatori” sono stati lanciati dai “tifosi laziali” “più volte prima dell’inizio della partita e, in un caso, anche durante l’incontro”, aggiunge l’organizzazione.

Lunedì sera era passata in vantaggio la Lazio, affermando di aver “sempre condannato con la massima fermezza ogni espressione di antisemitismo e razzismo, che ormai si manifesta in quasi tutte le partite e in tutti gli stadi d’Italia”.

Queste espressioni “non fanno parte della nostra cultura e non rappresentano i nostri tifosi”, ha aggiunto in un comunicato il club, di cui una parte significativa degli ultras è ritenuta di estrema destra.

I giocatori si sono recati davanti agli ultras a fine partita per “ringraziare i tifosi per il supporto e celebrare una vittoria meritata, non certo per legittimare eventuali cori di certi gruppi, non compresi e di certo non condivisi”.

All’inizio di settembre la Federazione aveva già aperto un’inchiesta dopo i cori antisemiti pronunciati dai tifosi di Juventus Torino e Inter.

READ  Italia - Giornata 27 - Italia: il Milan cade contro il Napoli

Sei uno dei nostri fedeli lettori!

Questo è ciò per cui lavoriamo ogni giorno: fornire ai lettori più esigenti come te una copertura mediatica pertinente di Israele, del Medio Oriente e del mondo ebraico. A differenza di molti altri punti vendita, i nostri contenuti sono accessibili gratuitamente, senza che il paywall venga visualizzato dal primo paragrafo. Ma il nostro lavoro si sta rivelando sempre più costoso. Per questo invitiamo i lettori, chi può e per chi Tempi di Israele in francese è diventato importante, supportarci unendoci al Comunità di Tempi di Israele in francese. Per l’importo che preferisci, una volta al mese o una volta all’anno, anche tu puoi contribuire a questo giornalismo indipendente di qualità e goderti la lettura senza pubblicità.

Unisciti alla Comunità

Unisciti alla Comunità

Sei già un membro ? Accedi per non vedere più questo messaggio

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.