Issad Rebrab è stato posto sotto controllo giudiziario dal tribunale di Sidi M’hamed

Issad Rebrab è stato posto sotto controllo giudiziario dal tribunale di Sidi M’hamed

Issad Rebrab, fondatore ed ex amministratore delegato di Cevital, è stato posto sotto sorveglianza giudiziaria dal giudice istruttore del Polo Penale Economico e Finanziario del Tribunale di Sidi M’hamed (Algeri), giovedì 18 maggio 2023.

Tale azione fa seguito all’audizione di Issad Rebrab da parte della Polizia Giudiziaria per la Sicurezza Nazionale (DGSN) nell’ambito di un caso relativo alle operazioni finanziarie del Gruppo Cevital con le sue controllate estere.

Secondo il sito di informazione “e-bourse”, che cita le proprie fonti, questo caso è legato alle attività del gruppo in Italia. In particolare riguarderà operazioni finanziarie, di acquisto e rivendita delle acciaierie di Piombino. Cevital infatti ha acquistato queste acciaierie nel 2015, ma ha dovuto venderle sotto le restrizioni del governo italiano alla società indiana JSW Steel.

Leggi anche: Classifica Forbes della ricchezza africana: Rebrab è meno ricco

Yessad Rebrab era già stato condannato nel 2019

L’accusa e la direzione generale della sicurezza nazionale non hanno comunicato di questo nuovo caso, ma è importante ricordare che Issad Rebrab è già stato processato nell’ambito del caso EvCon. Nel 2019 è stato condannato a 18 mesi di reclusione, di cui 6 società, per falsa dichiarazione relativa a trasferimenti illeciti di capitali da e per l’estero, fatturazione eccessiva di apparecchiature importate e importazione di apparecchiature usate. Aveva un ordine di collocamento e ha trascorso otto mesi in detenzione preventiva nella prigione di El Harrach.

È importante ricordare che l’uomo d’affari Issad Rebrab è considerato uno degli uomini più ricchi d’Algeria, con una fortuna stimata in diversi miliardi di dollari. L’uomo d’affari è noto anche per il suo impegno nell’economia algerina e per aver creato molte opportunità di lavoro nel Paese.

READ  4 consigli professionali giusto in tempo per le vacanze!

Questa incriminazione di Issad Rebrab potrebbe avere gravi conseguenze per il Gruppo Cevital, che è uno dei principali attori dell’economia algerina. La condanna di quest’ultimo, infatti, potrebbe avere ripercussioni sull’attività economica complessiva del Paese.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *