I palestinesi accusano Israele di “massacrare” gli sfollati a Rafah

I palestinesi accusano Israele di “massacrare” gli sfollati a Rafah

La presidenza palestinese e il Movimento di resistenza islamica (Hamas) hanno accusato Israele di aver commesso un “massacro” prendendo di mira un centro per sfollati vicino a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, mentre l’esercito israeliano, da parte sua, ha affermato di aver colpito un complesso contenente ” alti dirigenti.” I terroristi stavano lavorando.

• Leggi anche: Gaza: Netanyahu “si oppone fermamente” alla fine della guerra e agli sforzi internazionali per raggiungere una tregua

• Leggi anche: Avvertimento per il lancio di un missile su Tel Aviv per la prima volta dopo mesi

• Leggi anche: I camion degli aiuti entrano a Gaza dall’Egitto attraverso il valico israeliano di Kerem Shalom

La presidenza palestinese ha affermato in un comunicato che “questo terribile massacro commesso dalle forze di occupazione israeliane costituisce una sfida a tutte le risoluzioni internazionali”, accusando Israele di “prendere deliberatamente di mira il campo profughi di Barkasat gestito dall’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi. ” UNRWA) a nord-ovest di Rafah.

Secondo le autorità di Hamas, che controllano la Striscia di Gaza, almeno 35 persone sono state uccise e decine sono rimaste ferite in questo bombardamento.

“Alla luce dell’orribile massacro sionista commesso stasera dall’esercito criminale di occupazione contro le tende degli sfollati, invitiamo le masse del nostro popolo in Cisgiordania e a Gerusalemme, nei territori occupati e all’estero ad alzarsi e marciare, ” ha scritto con rabbia il Movimento Islamico.




Foto dell’Agenzia France-Presse

La Mezzaluna Rossa palestinese ha affermato che le sue ambulanze hanno trasportato un “gran numero” di morti e feriti nell’attacco.

READ  Il giudice blocca parte della legge anti-aborto dell'Idaho

“Terroristi importanti”

Da parte sua, l’esercito israeliano ha affermato che uno dei suoi aerei “ha bombardato un complesso di Hamas a Rafah in cui erano attivi importanti terroristi”, tra cui due dei leader del movimento in Cisgiordania, Yassin Rabia e Khaled Najjar.

“Il frappé è un paese maschile con franchigia bagaglio limitata in vista dello sviluppo internazionale, grazie all’uso di luoghi pubblici e sulla base di ripensamenti limitati all’uso dell’area di Hamas”, conclude il comunicato. .




Foto dell’Agenzia France-Presse

Ha indicato di essere “a conoscenza di informazioni secondo cui diversi civili sono rimasti feriti nella zona”.

Dal 7 maggio l’esercito israeliano ha intensificato le operazioni per distruggere le ultime brigate di Hamas a Rafah. Gli scontri sono continuati durante il fine settimana, nonostante la decisione emessa venerdì dalla Corte internazionale di giustizia, che ha ordinato a Israele di sospendere le sue operazioni nel settore, essenziale per l’ingresso degli aiuti umanitari.




Foto dell’Agenzia France-Presse

Nella tarda serata di domenica sono stati segnalati raid anche in altre zone di Rafah. L’ospedale kuwaitiano ha dichiarato di aver ricevuto i corpi di tre persone, tra cui una donna incinta.




Foto dell’Agenzia France-Presse

A Tel Aviv e nel centro di Israele, le sirene hanno suonato domenica pomeriggio, per la prima volta da mesi. L’esercito israeliano ha annunciato il lancio di otto missili da Rafah e ha dichiarato di aver bombardato in risposta la città.

Secondo un alto funzionario israeliano, nella notte tra domenica e lunedì si è tenuta una riunione del gabinetto di guerra israeliano per discutere gli sforzi per liberare gli ostaggi trattenuti a Gaza dall’attacco di Hamas del 7 ottobre che ha portato allo scoppio della guerra.

READ  La guerra in Ucraina | Macron vuole mantenere il dialogo con Putin

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *