I club che desiderano partecipare a una competizione speciale saranno banditi dalla Serie A italiana

Lunedì la Federcalcio italiana ha adottato una nuova regola che impedisce alle squadre che partecipano a una competizione speciale di partecipare al campionato nazionale.

La reazione al sorteggio della Premier League non è stata lunga in Italia. La Federcalcio italiana prevede nel proprio regolamento il divieto di partecipazione al campionato nazionale per qualsiasi squadra partecipante ad una competizione privata. Club si unisceCompetizioni non riconosciute da Al-Ittihad, UEFA e FIFA“Ha perso automaticamente la sua associazione con il torneo”, ha detto il presidente della Federazione Gabriel Gravina dopo il Consiglio federale.

Tre club italiani erano tra i dodici che la scorsa settimana hanno annunciato un piano speciale per la Premier League per sostituire la Champions League. L’Inter ha annunciato il ritiro mercoledì scorso dopo la partenza dei sei club inglesi, ma Juventus e Milan sono state meno chiare, ammettendo il fallimento della formula senza specificare se lasceranno o meno il progetto. Secondo le informazioni della Repubblica, 11 club della Lega italiana hanno inviato una dichiarazione congiunta alla Lega italiana di calcio chiedendo sanzioni contro queste tre squadre.

Anche da vedere




“Il progetto della Premier League non può realizzarsi”, ha ammesso Andrea Agnelli (Juventus Torino) dopo il ritiro dei sei club inglesi.


READ  Coppa Gippsland | Rebecca Marino si inchina dall'inizio in Australia

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *