Gli insegnanti di scienze e matematica, a loro volta, chiedono modifiche agli esami di fine anno

Ci sono sempre più iniziative per persuadere il Quebec a modificare gli esami di fine anno per gli studenti della quarta e quinta scuola secondaria. Dopo gli insegnanti di storia, è stata la volta degli insegnanti di scienze e matematica a gridare dal cuore al ministro dell’Istruzione, Jean-Francois Robberg, sulla questione.

Per questi docenti sarebbe “assurdo” chiedere agli studenti di sostenere gli esami ministeriali a fine anno nel giugno 2021 nelle stesse condizioni degli anni precedenti, tenuto conto della situazione eccezionale in cui si trova attualmente la rete scolastica.

Mantenere lo status quo sarebbe del tutto “inadeguato e incoerente”, possiamo leggere in una lettera che mercoledì ha inviato a oltre quaranta insegnanti di scienze al ministro Roberge.

A settembre, scrivono, gli insegnanti hanno dovuto affrontare “giovani frustrati, con molteplici concetti di recupero”, una sfida “a volte insormontabile per alcuni adolescenti”.

In molti casi, l’insegnamento di nuovi contenuti è iniziato alla fine di ottobre, quando molti studenti della zona rossa erano già passati alla co-educazione, un giorno in classe e uno a casa.

Gli autori di questa lettera aggiungono: “Costringerli a superare le famose avversità individuali ignorando la loro realtà non li aiuterà e rischierà di esacerbare la tensione a cui sono stati esposti e accumulati negli ultimi mesi”.

Al fine di raccogliere dati sul successo degli studenti nel contesto della pandemia, suggeriscono invece di utilizzare test di aggiornamento su base volontaria o chiedere agli insegnanti di riferire sul successo dei loro studenti.

Esame di matematica

Gli insegnanti di scienze non sono gli unici interessati agli esami di fine anno. All’inizio di questa settimana, un centinaio di insegnanti di storia hanno interrogato il segretario Robert al riguardo.

READ  Le piante che mangiano la sabbia sono oggetto di un articolo su "Science"

Ci sono anche grandi preoccupazioni tra gli insegnanti di matematica. Uno di loro, Jocelyn Dageny, ha pubblicato una lettera aperta sull’argomento, co-firmata da Melanie Tremblay, professoressa di educazione matematica all’Università del Quebec a Rimouski.

Msono Tremblay osserva che attualmente ci sono “molti studenti che falliscono”.

Non abbiamo bisogno di esami ministeriali per sapere che la qualità degli studenti è inferiore quest’anno. Il tempo delle lezioni dovrebbe essere dedicato all’apprendimento e dobbiamo assicurarci di non esercitare ulteriori pressioni su studenti, insegnanti e professionisti che non sanno più quale piede danziamo per aiutare i nostri studenti ”. rivista Msono Tremblay, che chiede anche la cancellazione degli esami di fine anno.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *