Gasly – Tsunoda, Le origini di Alpha Tauri

La seconda scuderia a presentare la sua nuova collezione, Alpha Torey, la sorellina della Red Bull, Sarà sempre alimentato dall’unità Honda. Anche un nuovo motore in cui il produttore giapponese, che uscirà ufficialmente alla fine dell’anno, ha molte speranze. Il propulsore giapponese rimarrà annidato nell’Alpha Tauri dal 2022 al 2024 da quando la Red Bull ha acquistato i diritti di proprietà intellettuale di Honda e continuerà a mantenerlo attraverso una nuova entità con sede a Milton Keynes, in Inghilterra.


►►► Leggi anche: F1: McLaren, prima squadra a svelare la loro auto da corsa per il 2021

►►► Leggi anche: F1: Red Bull e AlphaTauri manterranno il motore Honda nel 2022


AT02 è stato presentato questa mattina a Salisburgo, in Austria, in nuovi colori (blu opaco e bianco). L’auto è un’evoluzione della scorsa stagione, ovviamente con lavori migliorati in diversi settori, ad esempio con una nuova volata. È divertente notare che Alpha Tauri manterrà il suo commento per il 2020 anche se i regolamenti hanno consentito il passaggio al commento Red Bull 2020.

Alpha Tauri è l’ex Toro Rosso, essa stessa una nuova incarnazione della Minardi creata nel 1985. Una squadra segna solo 38 punti nei 340 GP. La Toro Rosso ha già fatto molto meglio. La rosa attuale di Franz Tost, che l’anno scorso ha segnato il maggior numero di punti nella storia della squadra, ha celebrato la seconda vittoria della squadra con Pierre Gasly a Monza nel Gran Premio d’Italia, 12 anni dopo Vettel sullo stesso suolo italiano.

Tra le rivelazioni della scorsa stagione, il simpatico pilota francese sarà il leader E la persona che darà la direzione dello sviluppo, nei limiti del regolamento. Gli ingegneri sono più propensi ad ascoltare il suo feedback tecnico e ad indirizzare le impostazioni al suo stile di guida. Nella sua giovane carriera, Pierre ha attraversato molti alti e bassi ma è rimasto fedele e oggi è un solido riferimento. Ci vuole solo me, ma penso che sia un po ‘bloccato in Red Bull e che probabilmente un giorno dovrà tagliare i legami lì se vuole ottenere una ruota in una squadra più senior.

Al suo fianco, e per sostituire il russo Kvyat, Alpha Tauri ha scelto il 20enne giapponese protetto dalla Honda, Yuki Tsunoda, terzo nell’ultima stagione di F2. Sarà il primo giapponese in Formula 1 da Kobayashi nel 2014. Anche questo Il primo concorrente nato negli anni 2000 a raggiungere il livello più alto. Il nuovo arrivato manca di esperienza e dovrà scoprire molti percorsi, ma la sua forte direzione ha catturato l’attenzione di Helmut Marco, un consulente Red Bull che ha quasi tutto da dire nella scelta dei piloti.

Tsunoda dice che non avrà paura di commettere errori, il che è un must per i principianti. Ha già completato due round con le F1 di due anni, a Imola e Misano, il che è sufficiente per dargli un minimo di esperienza. Saremmo molto curiosi di vederlo in azione davanti al suo compagno di squadra e in generale in un plotone che sarebbe il più giovane di loro.

Cosa può sperare Alpha Tauri per questa stagione? Per essere il numero massimo di volte in punti, Per combattere nel gruppo di Aston Martin, McLaren e Albin e perché no sfruttare un’opportunità come lo scorso anno per firmare un altro colpo di stato.

READ  Pelé ripete le lodi di Mbappe: "Può diventare un erede".

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *