Fibromi, polipi uterini, cisti ovariche … di cosa stiamo parlando?

La mancanza di informazioni e tabù che spesso circondano l’anatomia femminile possono portare le donne a trascurare la loro relazione intima e, per estensione, le malattie associate. A volte si rischia di andare in ritardo dal ginecologo dopo la comparsa di determinati sintomi. ospite Nessun appuntamentoProgramma europeo per la salute 1, ostetrico e ginecologo “Jojo no Gigi” – è uno pseudonimo – è in origine Guida ginecologa allegra e sfrenata Nelle prime edizioni fa luce su alcune patologie dell’utero e delle ovaie. Per la parte più benigna, alcuni dovrebbero comunque essere esaminati attentamente.

Fibromi

I fibromi sono sempre benigni e non possono diventare cancerogeni. “È una specie di gomitolo di fibra che cresce a spese del muscolo uterino. Può essere di qualsiasi dimensione, da quella di un pisello a quella di un pompelmo”, spiega il nostro ospite. I fibromi non devono essere confusi con l’endometriosi più grave, che è una crescita anormale dell’endometrio, l’endometrio, al di fuori dell’utero.

“I fibromi sono molto comuni. A volte, non sappiamo nemmeno di averli, ma almeno la metà delle donne li avrà nel corso della loro vita. Non importa!” Vuoi rassicurare il nostro ginecologo. Tuttavia, è frequentemente osservato nelle persone di origine africana.

“Se diventa grande, può interferire con gli organi adiacenti. Può esercitare pressione sulla vescica, dare sintomi urinari, o viceversa, pressione sul retto”, dice Jojo La Gigi. “Può essere doloroso quando si ammorbidisce. Questo si chiama necrosi, che può accadere durante la gravidanza.”

Polipi uterini

I polipi si sviluppano nell’endometrio. In generale, un tumore è una piccola crescita che si trova nella cosiddetta “cavità” di un organo, cioè l’interno vuoto. “Potrebbe essere in gola, ma anche nel sistema digerente e quindi nel grembo materno”, riassume il nostro ginecologo. Di solito è asintomatico e lieve, ma può essere accompagnato da sanguinamento.

READ  12 bambini sono stati ricoverati in ospedale - La Nouvelle Tribune

Cisti ovariche

In ginecologia, le cisti si sviluppano principalmente sulle ovaie. Esistono due tipi: “Ci sono cisti funzionali associate alla normale funzione delle ovaie”. Da qui il follicolo, cioè la tasca in cui si sviluppa l’uovo e le sue dimensioni diventano più grandi del normale. Questo tipo di cisti di solito scompare da solo durante il ciclo mestruale.

“Al contrario, ci sono le cosiddette cisti organiche, che possono essere fluide o tissutali, e talvolta sono miste e sono benigne o maligne”. Quando non si avverte disagio, questo tipo di cisti viene generalmente scoperto per caso, ad esempio durante un’ecografia.

Cos’è PCOS o PCOS?

“Questa sindrome ha un nome sbagliato perché quando sentiamo ‘PCOS’, abbiamo l’impressione che avremo un’ovaia con molte cisti. Tuttavia, non è questo il caso”, sottolinea il nostro ginecologo. “Questa è un’ovaia che sarà piena di follicoli, il che è normale perché sono loro che daranno le uova. Ci sono una decina di follicoli su ogni ovaia che maturano ogni mese, e uno di loro diventa dominante. Ma con PCOS lì ci sono molti più follicoli lì, il che porta a un disturbo ormonale. “.

Questo disturbo ormonale in particolare porterà a cicli irregolari, con periodi rari o molto lunghi, e un eccesso di ormoni maschili, chiamato iperandrogenismo, che causa acne e aumento della crescita dei capelli.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *