[EN IMAGES] Da Vancouver alla Terra del Fuoco in bicicletta: il viaggio della vita per un giovane del Quebec

Un giovane del Quebec ha vissuto l'avventura della sua vita attraversando il continente americano da Vancouver alla Terra del Fuoco in sella alla sua bicicletta. Questo viaggio, che ha percorso più di 30mila chilometri in due anni, gli ha dato l'opportunità di contemplare i paesaggi più belli, fare incontri indimenticabili, ma anche di ritrovarsi – suo malgrado – in una zona gestita da un'organizzazione criminale.

Il 15 settembre 2022, William Flory, che all'epoca aveva 21 anni, lasciò Vancouver in bicicletta, con l'intenzione di recarsi nella Terra del Fuoco.



Il giovane ciclista ha scoperto paesaggi incredibili durante la sua avventura, come questo immortalato nell'arcipelago della Terra del Fuoco, un'area divisa tra Cile e Argentina.  / Fotografia: William Florey.  Presentato il 19 aprile 2024.

Il giovane ciclista ha scoperto paesaggi incredibili durante la sua avventura, come questo catturato in Argentina. Durante il suo viaggio ha incontrato molti altri viaggiatori in bicicletta, con cui ha trascorso parte del suo viaggio. Foto: William Florey Inserita il 19 aprile 2024

Foto per gentile concessione di William Florey

Con un budget di 18.000 dollari, l'avventuriero ha viaggiato con modestia in 14 paesi, campeggiando e dormendo in ostelli per motociclisti o presso persone che gli hanno offerto un posto dove stare.

Poi ha risalito la West Coast americana, attraversando tutti i parchi nazionali della California.



Il giovane ciclista ha scoperto paesaggi incredibili durante la sua avventura, come questo immortalato nell'arcipelago della Terra del Fuoco, un'area divisa tra Cile e Argentina.  / Fotografia: William Florey.  Presentato il 19 aprile 2024.

Il giovane ciclista ha scoperto paesaggi incredibili durante la sua avventura, come questo immortalato nell'arcipelago della Terra del Fuoco, un'area divisa tra Cile e Argentina. Foto: William Florey Inserita il 19 aprile 2024

Foto per gentile concessione di William Florey

“Ed è allora che il mio viaggio è iniziato mentalmente. Attraversando Yosemite, è lì che ho visto il deserto per la prima volta nella mia vita, e anche le grandi montagne, e il paesaggio desertico, davvero roccioso. Sembra quasi il Perù, ma in miniatura. ” dice Guglielmo.

Ha iniziato la parte centroamericana del suo viaggio in Bassa California, in Messico, e ha preso il traghetto da La Paz a Mazatlán. Le zone a volte incerte del Messico hanno scoraggiato William dal pedalare per tutto questo. Quindi ha fatto parte del viaggio in autobus, tornando verso il Guatemala.

Incontri indimenticabili

In America Centrale, Guglielmo si avventurò inconsapevolmente nei territori indigeni che non erano aperti a tutti. Tuttavia, i popoli delle Prime Nazioni, nonostante alcune riserve, accolsero calorosamente il fagiano offrendogli talvolta un tetto sopra la testa durante la notte.



Il giovane ciclista ha scoperto paesaggi incredibili durante la sua avventura, come questo immortalato nell'arcipelago della Terra del Fuoco, un'area divisa tra Cile e Argentina.  / Fotografia: William Florey.  Presentato il 19 aprile 2024.

Il giovane ciclista ha scoperto paesaggi incredibili durante la sua avventura, come questo catturato in Bolivia. Foto: William Florey. È stato presentato il 19 aprile 2024

Foto per gentile concessione di William Florey

Al suo arrivo in Sud America, in Colombia, l'avventuriero è stato accolto… dal direttore del distretto di Niocli, gestito da banditi della droga o gruppi rivoluzionari.

“Mi sentivo come se qualcosa non andasse e fossi fuori posto”, dice. “Mi sono fermato alla fine della strada e un uomo mi ha invitato a prendere un caffè e un pane. È stato molto gentile, ma dopo circa dieci minuti ha iniziato a interrogarmi”. [plus sérieusement]”.

Guglielmo perciò volle lasciare il suo ospite, ma non lo volle. L'uomo e i suoi “compagni” volevano sapere chi fosse.

Dopo deviazioni in bicicletta e incontri con diverse persone, accompagnati da un camion o da motociclisti, il suo calvario si è finalmente concluso bene.

READ  Claude, l'intelligenza artificiale che arriva a competere con ChatGPT?

“Ero nervoso, lo stavo chiedendo [sic] Vai via e loro no [le] Non voglio. Avevo paura e tutti erano armati. Alla fine ho visto il presidente. Ha spiegato che mi ha fatto delle domande. “Finalmente sono riuscito a partire.”

Attraversò anche il Darién Gap, una stretta striscia di terra che collega il Sud America con l'America Centrale.

Questa zona è una delle attività portate avanti da tre gruppi ribelli colombiani. È anche il luogo attraverso il quale passano ogni anno decine di migliaia di immigrati nella speranza di raggiungere gli Stati Uniti. Purtroppo molti di loro non arriveranno mai a destinazione.

Guglielmo arrivò nella Terra del Fuoco il 1°Qualunque April resta con un conto in banca scoperto, ma anche con una serie di ricordi indimenticabili che spera di raccontare in un libro.

Al suo ritorno in Quebec, l'11 aprile, si sentiva ancora un viaggiatore e, se avesse potuto, sarebbe partito immediatamente. Sta già programmando una prossima avventura nel continente africano.

Hai qualche informazione da condividere con noi su questa storia?

Scrivici a o chiamaci direttamente al 1 800-63Ambito.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *