Éliot Grondin allunga il suo record in condizioni difficili in Italia

Éliot Grondin allunga il suo record in condizioni difficili in Italia
Foto: FIS/Giovanni Zenoni

SPORTCOM – Ogni singolo evento della Coppa del Mondo di Snowboard Cross si è concluso con Eliot Grondin sul podio in questa stagione. Non ha fatto eccezione quella di Cortina d'Ampezzo, che ha visto lo skateboarder di Sainte-Marie conquistare sabato la sua quinta medaglia d'oro, su una pista che ha faticato a resistere fino alla fine.

Vittorioso nelle quattro gare disputate in serata, Grondin ha vinto l'ottava medaglia consecutiva in questa stagione. Il semplice fatto che questa tappa sia avvenuta effettivamente in Italia ha impressionato i quebecchesi data la pioggia, la mancanza di neve e le temperature calde.

“All’arrivo era distrutto. La parte più spaventosa del viaggio è stata arrivare in fondo, ha indicato Éliot Grondin in videoconferenza. Più andava avanti, più diventava difficile. Dopo il rettilineo, fino al traguardo, è stata zuppa. Non c'era niente in piedi. »

È stato difficile per gli atleti superare le curve e mantenere il controllo completo. Durante la competizione si sono verificate anche diverse cadute.

“L'inizio deve essersi sciolto di quindici centimetri da ieri. Tutto si è rimpicciolito ed è diventato un po' storto, i moduli erano meno squadrati e non potevamo permetterci di fare errori”, ha spiegato Grondin, che si è regalato un vantaggio di quasi mezzo secondo durante il gran finale.

L'americano Jake Vedder ha quindi sfruttato la scia per tentare un passaggio interno. Esattamente quello che si aspettava il futuro vincitore.

“Sapevo cosa avrebbe fatto l'americano”, ha confidato. Avevo visto la sua ultima corsa sullo schermo e sapevo che sarebbe entrato in quella curva. Volevo aumentare il divario all’inizio e sapevo che sarebbero tornati. Dovevo solo assicurarmi di bloccare la loro velocità e di far uscire l'esterno dalla curva per accelerare al traguardo. »

READ  Sacchi capisce i fischi contro Donnarumma

Grondin ha sentito i suoi avversari avvicinarsi durante la gara e ha fatto in modo di rimanere solido sulla sua tavola. Lui e Vedder hanno tagliato il traguardo quasi nello stesso momento. La foto dell'arrivo ha confermato la vittoria del quebecchese, la prima delle quattro Coppe del Mondo presentate a Cortina d'Ampezzo. Sul terzo gradino del podio è salito l'australiano Jarryd Hughes.

“Ha spinto la sua tavola un po’ troppo presto, ho semplicemente avuto di meglio tempistica di lui. Ho seguito bene il piano. È stata una giornata difficile, quindi concludere con una vittoria è una bella sensazione”, ha condiviso Grondin.

“Mi ci è voluto un po' per svegliarmi!” Siamo tutti sulla stessa barca, ma non sono abituato a iniziare a correre la sera. […] Ho faticato un po’, ma in semifinale sono riuscito a ritrovare me stesso e sapevo cosa fare una volta arrivato in finale. »

Per la sua parte, Tristano Bell è stato fermato nelle qualifiche del giorno prima e ne ha presi 37e classifica, il suo miglior risultato stagionale in Coppa del Mondo.

Il famoso globo

Oltre ai primi cinque posti, Éliot Grondin vanta quest'anno una medaglia di bronzo e due d'argento, che lo collocano comodamente in testa alla classifica generale. È il minimo che possiamo dire.

Il suo più vicino inseguitore, l'austriaco Alessandro Haemmerle, è staccato di 378 punti. A quattro Mondiali dal termine, la sfera di cristallo è praticamente assicurata per Grondin, che non intende ancora frenare.

“Tutte le storie del mondo e le discussioni al riguardo, le ho ignorate”, ha detto Éliot Grondin. Non ci penso più. Le possibilità che io vada sono molto buone, ma alla fine non posso sedermi sul successo ottenuto all'inizio della stagione. »

READ  Il futuro top di gamma elettrico di DS made in Italy?

Se tutto andrà come previsto, il prossimo fine settimana si svolgeranno due tappe in Austria, poi altre due a Mont-Sainte-Anne, dal 22 al 24 marzo.

“Il mio obiettivo è finire forte e fare meglio di quello che ho fatto finora. Invia un messaggio al resto del circuito e finisci alla grande. Quando è tempo di vacanze, voglio essere sicuro di non aver rallentato e di aver fatto tutte le commissioni al 100% fino alla fine. »

Di Luc Turgeon – Sportcom

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *