Cinque momenti salienti della carriera di Gareth Bale

Uno dei più grandi calciatori britannici si è ritirato lunedì. Nonostante abbia solo 33 anni, Gareth Bale ha lasciato il segno in Europa, sulla scena internazionale e nella Major League Soccer (MLS).

Ecco le prime cinque pietre miliari della carriera dell’illustre atleta gallese, in ordine cronologico.

L’anno scorso è stato fantastico al Tottenham

Prima di riempire lo scaffale dei trofei in Spagna con il Real Madrid, Bale si è affermato come uno dei migliori giocatori della Premier League inglese. Dopo un inizio promettente al Southampton, dove ha giocato come terzino sinistro, è stato trasferito al Tottenham Hotspur. Sotto la guida dell’allenatore Harry Redknapp, Bale è diventato uno degli atleti più versatili in grado di giocare in attacco, a centrocampo o in difesa. Ha raggiunto nuove vette nel 2012-13 con il club alla periferia di Londra, questa volta sotto gli ordini di André Villas-Boas. Con 26 gol e 14 assist in 44 partite, è diventato solo il secondo uomo nella storia ad essere nominato giovane giocatore dell’anno dalla Professional Footballers ‘Association, nonché miglior giocatore della Football Writers’ Association.

Nuovo campione a Madrid

Prima di salutare il Tottenham, Bale è stato fortemente corteggiato da uno dei più grandi club d’Europa, il Real Madrid. L’organizzazione spagnola alla fine ha pagato più di $ 143 milioni, un importo record all’epoca, per i suoi servizi. L’allenatore Carlo Ancelotti aveva un piano chiaro per il nativo di Cardiff: portarlo in vantaggio per consentirgli di completare una tripletta esplosiva con Karim Benzema e Cristiano Ronaldo. L’allenatore italiano ha raccolto i profitti il ​​16 aprile 2014. Durante la famosa edizione di “El Clasico”, nella finale di Copa del Rey, Bale è stato il carnefice del FC Barcelona. Con la sua velocità quasi impareggiabile, ha raddoppiato oltre il difensore Marc Bartra per segnare il gol della vittoria all’85’.

READ  La morte di un ex allenatore del Bologna Football Club, all'età di 53 anni

Bici dell’incoronazione

Gareth Bale ha costruito la sua reputazione nella competizione più prestigiosa d’Europa, la UEFA Champions League. Ha giocato 66 partite lì, segnando 20 gol e realizzando 17 assist. In una serie davvero storica, il Madrid ha vinto questa competizione quattro volte con il gallese tra il 2014 e il 2018. Bale è stato un ingranaggio importante in ognuna di queste corone, ma è stato particolarmente decisivo nella Grand Final del 2018, contro il club inglese del Liverpool. , in una partita combattuta a Kiev. Dopo che Sadio Mane e Benzema hanno segnato entrambi i gol, Bale è entrato in partita al 61 ‘ed è stato veloce a ribaltare le sorti della partita. Solo due minuti dopo, ha scosso le corde in modo drammatico mentre completava una bicicletta. Bale ha poi segnato il gol dell’assicurazione per assicurarsi il 13esimo titolo di Champions League del Real Madrid.

Piccolo paese, grandi sogni

Prima del 2010, il Galles, con una popolazione di circa tre milioni, non aveva fatto molto rumore sulla scena calcistica internazionale. Bale ha deciso di cambiare il corso della storia e alla fine è diventato il giocatore con più presenze (111) e più gol (41) nella storia della piccola nazione britannica. Nel 2016, ha guidato il Galles alla sua prima partecipazione agli Europei dal 1976. Bale non si è fermato qui: è diventato un vero eroe nazionale spingendo la sua gente alle semifinali del torneo. Il Galles è riuscito a qualificarsi di nuovo quattro anni dopo, consolidando il proprio posto nello scacchiere europeo. Quindi, nel 2021, Bale e Galles si assicurano il biglietto per il Qatar grazie a una fase di qualificazione di successo. Così, un anno dopo, il “Drago” partecipò ai Mondiali per la seconda volta, e per la prima volta dal 1958.

READ  Giochi olimpici: onorare Maud Sharon a casa

Un addio trionfante sotto il sole della California

Come molte star europee prima di lui, Bale ha concluso la sua carriera negli Stati Uniti, in MLS. Ha firmato un contratto di un anno con il Los Angeles FC (LAFC) lo scorso giugno e ha concluso con stile la sua carriera allo Uncle Sam’s Land. Bale è stato utilizzato con parsimonia dal club californiano ed è stato mandato in campo solo 12 volte. Nella finale della MLS Cup, in un duello tra LAFC e Philadelphia Union, forzò ai calci di rigore realizzando il gol del pareggio al 128. Questo successo, l’ultimo nella storia della Garber Arena, permise alla sua squadra di vincere il calci di rigore e sollevare l’ambito trofeo.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.