Cinque cose da sapere sulla versione 2021

Bubble Championship

La suspense continuerà. Ma alla fine si svolgerà il Campionato delle Sei Nazioni. Tuttavia, sarà fatto in circostanze molto specifiche. I giocatori e lo staff si sono uniti al Nice il 25 gennaio per un corso preparatorio al sole. L’intera forza lavoro, tagliata fuori dal mondo, si è trovata in una bolla di salute nel tentativo di ridurre il rischio di diffusione del virus. Disinfezione permanente, test settimanali, stanze singole, rinforzo imperativo del protocollo per una migliore preparazione a questo torneo: “Tutti quelli che attraversano la nazionale francese devono appartenere a questa bolla. Faremo trasferte speciali. Vale per tutte le squadre della competizione”. Dicci Serge SimonVicepresidente della Federazione francese di rugby (FFR). Il gruppo francese è stato inoltre identificato con 31 giocatori per tutta la durata del torneo che rimarranno nella loro bolla per evitare qualsiasi penetrazione di virus. Restrizioni e forse male per il bene:Sento che il gruppo è molto rinfrescante e molto felice. C’è molta energia comune. Con la bolla della salute, sperimentiamo di più le cose. È la forza“, ha spiegato Fabian Galthi Durante il lancio virtuale ufficiale del Campionato Sei Nazioni.

Anche da vedere




Quindicesimo dalla Francia – Fabien Galthi: “Non possiamo impedirci di essere ambiziosi”


• Francia e Inghilterra, le prime favorite nell’edizione 2021

Ci hanno fatto sognare l’anno scorso. Quest’anno i Blues sono tornati tra i favoriti dell’edizione 2021. Di fronte agli uomini di Eddie Jones, che hanno a lungo dominato il rugby europeo e anche mondiale, il quindicesimo francese in Francia ora può crederci. Dopo una corsa impressionante nel 2020, durante il Campionato Sei Nazioni e la Coppa delle Nazioni, i Blues sono di nuovo terrorizzati. Questa giovane brezza ha riconquistato il mondo del rugby per posizionarsi come il favorito nella competizione.

READ  Thierry Henry lascia Montreal, qual è l'impatto di Laurent Seaman?

XV de la Rose è anche un serio concorrente. Il campione in carica, la squadra inglese ha giocato insieme per 8 anni ei loro giocatori hanno oltre 800 selezioni cumulative. Anche se i neofiti sono apparsi all’interno del gruppo, Paulo Odojo E il Harry RandallQuindi l’esperienza rimane. Con 39 titoli di cui 13 tornei principali, l’Inghilterra è il paese di maggior successo nel torneo. La crisi del 13 marzo a Twickenham si preannuncia già decisiva.

La quindicesima squadra nazionale della Francia dopo aver sconfitto gli irlandesi nel Campionato Sei Nazioni 2020, 31 ottobre 2020.
La quindicesima squadra nazionale della Francia dopo aver sconfitto gli irlandesi nel Campionato Sei Nazioni 2020, 31 ottobre 2020.

• Scozia e Galles allo stadio in Francia

Se lo scorso anno la Francia avesse avuto l’opportunità di ospitare tre partite allo Stade de France, quest’anno dovrebbe accontentarsi di sole due partite. A seconda dell’anno, ogni paese gioca due o tre partite sul proprio suolo. Con l’Inghilterra, l’Italia e l’Irlanda che lo ospiteranno nel 2020, è tempo che la Francia cambi la situazione visitando questi tre paesi quest’anno. I Blues continueranno a ricevere gli scozzesi il 28 febbraio. Una rivincita va fatta, in quanto sono l’unica squadra che ha perso contro di loro l’anno scorso (28-17). La competizione si chiuderà allo Stade de France. Il 15 ° di Francia affronterà in casa il Galles. Basta per finire la competizione con stile.

Rinvio dei tornei femminili e under 20

Mentre il torneo maschile Sei Nazioni si svolgerà abbastanza normalmente, i tornei femminile e Under 20 sono stati posticipati. L’organizzatore ha annunciato il 3 febbraio, pochi giorni prima del lancio della competizione principale, che l’evento femminile, in programma nella stessa ora del torneo maschile, ha trovato il suo posto ad aprile e l’Under 20 si terrà a giugno e luglio.

READ  Gattuso ha confermato la sua posizione

Anche da vedere



Campionato Sei Nazioni: il Campionato Femminile è stato rinviato ad aprile e il Campionato U20 a giugno


Campionato Sei Nazioni: il Campionato Femminile è stato rinviato ad aprile e il Campionato U20 a giugno


• Marler e Paris, assenti

La notizia ha sorpreso XV de la Rose. Joe Marler, La colonna di sinistra dell’Inghilterra ha rifiutato di giocare nel campionato delle sei nazioni nel 2021. L’Unione inglese di rugby (RFU) ha dichiarato in una dichiarazione che Marler aveva abbandonato la selezione nazionale per il torneo. “Ragioni personali”. Una decisione complessa da prendere, ma giustificata dalla crisi sanitaria. Il giocatore degli Arlecchini, che ha giocato 70 partite con la nazionale inglese, infatti, non ha voluto rischiare l’inquinamento, per proteggere la sua famiglia. È la colonna delle vespe, Tom West, Che si terrà all’interno del XV de la Rose.

La parte italiana, Sergio Paris È una delle più assenti. Non è una notizia sorprendente, dopotutto. L’assenza ha risuonato come al solito dall’arrivo Franco Smith Come Direttore della Squadra Azzurra. Il terzo grado, già estromesso lo scorso anno, ha deciso di chiudere la sua carriera internazionale durante la partita Francia-Italia. È stato rinviato al 31 ottobre 2020 a causa del Coronavirus, e il Parigi non è stato selezionato per giocare questa partita finale del Campionato Sei Nazioni per il 2020. Ma in buona forma con l’RC Toulon, la persona che ha avuto 142 scelte dal 2002 con il La squadra italiana non è stata scelta. Non è stato più selezionato per prepararsi al torneo del 2021. Il più grande giocatore della storia del rugby italiano non potrà mai più fare la sua ultima uscita contro il Tifosi a Roma.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *