C’è un problema tecnico che oscura la missione del modulo lunare russo Luna-25

C’è un problema tecnico che oscura la missione del modulo lunare russo Luna-25

Sabato la Russia ha riferito di una “situazione anomala” sulla sua sonda spaziale Luna-25, che è stata lanciata all’inizio di questo mese.

L’agenzia spaziale russa, Roscosmos, ha affermato che la sonda ha incontrato problemi non specificati durante il tentativo di entrare in orbita prima di atterrare intorno alla luna, e gli specialisti stanno analizzando la situazione.

“Durante l’operazione si è verificata una situazione anomala a bordo della stazione automatica, che non ha consentito di eseguire la manovra secondo i parametri stabiliti”, ha dichiarato Roskosmos in un telegramma.

Roscosmos non ha detto se l’incidente avrebbe impedito l’atterraggio di Luna-25.

La sonda spaziale dovrebbe atterrare al polo sud della luna lunedì, precipitandosi sul satellite terrestre prima di un rover indiano.

Il polo sud della luna è di particolare interesse per gli scienziati, i quali ritengono che i crateri polari permanentemente in ombra possano contenere acqua. I futuri esploratori potrebbero trasformare l’acqua congelata nelle rocce in aria e carburante per i razzi.

Sempre sabato la sonda spaziale russa ha rilasciato i suoi primi risultati. Roscosmos ha affermato che i dati preliminari ottenuti, che sono ancora in fase di analisi, contengono informazioni sugli elementi chimici del suolo lunare e che la sua attrezzatura ha registrato un “piccolo impatto meteoritico”.

L’agenzia spaziale russa Roscosmos ha rilasciato immagini del cratere Zeeman, il terzo cratere più grande dell’emisfero australe della Luna, riprese dalla navicella spaziale. Il cratere ha un diametro di 190 chilometri e una profondità di otto chilometri.

Il lancio della sonda Luna-25 il 10 agosto, dal cosmodromo russo di Vostochny in Estremo Oriente, è stato il primo della Russia dal 1976, quando faceva parte dell’Unione Sovietica.

READ  Come utilizzare la palestra della scuola?

Il lander lunare russo avrebbe dovuto raggiungere la luna tra il 21 e il 23 agosto, più o meno nello stesso periodo del lancio del rover indiano il 14 luglio.

Solo tre governi sono riusciti a sbarcare sulla luna: l’Unione Sovietica, gli Stati Uniti e la Cina. India e Russia aspirano ad essere i primi due paesi ad atterrare sul polo sud della luna.

Roskosmos ha affermato di voler dimostrare che la Russia è “un paese in grado di consegnare carichi utili sulla luna” e “garantire l’accesso garantito della Russia alla superficie lunare”.

Le sanzioni imposte alla Russia dopo l’invasione dell’Ucraina rendono difficile per il paese l’accesso alla tecnologia occidentale, che ha un impatto sul suo programma spaziale.

Gli analisti affermano che il Luna-25 era originariamente destinato a trasportare un piccolo rover lunare, ma l’idea è stata scartata per ridurre il peso del rover per una migliore affidabilità.

Lo spazioporto è un progetto preferito del presidente russo Vladimir Putin e la chiave dei suoi sforzi per rendere la Russia una superpotenza nello spazio e per spostare i lanci russi dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan al suolo russo.

Un precedente tentativo indiano di atterrare al polo sud lunare nel 2019 si è concluso quando il rover si è schiantato sulla superficie lunare.

Vediamo nel video

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *