Assalto al Campidoglio | Dopo 18 mesi di lavoro, l’inchiesta Trump sta volgendo al termine

(WASHINGTON) È il culmine di 18 mesi di indagini e rivelazioni a volte esplosive: l’inchiesta parlamentare sull’attacco al Campidoglio consegna i suoi risultati lunedì e deve votare per raccomandare o meno un’azione criminale contro Donald Trump e alcuni dei suoi parenti.


I funzionari eletti che lo compongono – sette democratici e due repubblicani – terranno un’udienza pubblica alle 13:00 (13:00 ET) per presentare gli otto capitoli della loro indagine di lunga data il 6 gennaio 2021.

Quel giorno i sostenitori dell’ex presidente Donald Trump, sostenendo come lui che le elezioni presidenziali del 2020 gli erano state “rubate” da Joe Biden, hanno assalito violentemente il Campidoglio del Congresso a Washington, provocando ondate di shock in tutto il Paese e non solo.

I membri del comitato decideranno anche lunedì se raccomandare o meno al Dipartimento di giustizia di incriminare Donald Trump per aver sostenuto l’insurrezione, ostacolato il processo ufficiale (la certificazione del voto presidenziale) e cospirazione contro lo stato degli Stati Uniti.

Tre accuse che potrebbero portare a pene detentive e al divieto di ricoprire qualsiasi carica pubblica negli Stati Uniti, visto che l’ex presidente ha annunciato il suo ritorno alla corsa alla Casa Bianca del 2024.

Altre persone nell’entourage di Donald Trump dovrebbero essere preoccupate. Il rapporto finale dell’indagine sarà pubblicato il 21 dicembre.

“prove”

Il voto non vincolante del comitato è in gran parte simbolico, in quanto i suoi membri non possono incriminare l’ex magnate immobiliare.

Spetterà al Dipartimento di Giustizia, che ha nominato un procuratore speciale per indagare in modo indipendente su Donald Trump, decidere se perseguire o meno l’ex presidente.

READ  Colorado | Il tiratore è stato ucciso dopo la sparatoria, uccidendo cinque persone e ferendone tre

“Penso che ci siano prove là fuori che Donald Trump ha commesso reati penali nel suo tentativo di ribaltare le elezioni”, ha detto domenica alla Galileus Web il membro del comitato eletto democratico Adam Schiff.

Schiff non ha fornito dettagli sulle accuse che sarebbero state votate o su come avrebbe votato lui stesso.

Ma posso dire che credo che il presidente abbia violato molte leggi penali. E penso che dovresti essere trattato come qualsiasi altro americano che infrange la legge, e questo significa che dovresti essere perseguito.

Già, Donald Trump si è già scagliato più volte contro la sua piattaforma, Truth Social, contro la potenziale raccomandazione che il comitato si sta preparando a emettere, descritto nel solito stile del miliardario come un gruppo di “democratici, cause sociali e teppisti”.

Il signor Trump ha difeso in privato il discorso che ha tenuto il 6 gennaio 2021 e le sue altre azioni quel giorno come “mite e pieno di amore”.

Ha poi invitato i suoi sostenitori a “combattere come il diavolo”.

fatica

I responsabili di aver fatto luce sulle azioni e sui gesti dell’ex presidente prima e durante il 6 gennaio 2021. I funzionari eletti hanno accumulato un anno e mezzo di testimonianze per dimostrare che Donald Trump ha cercato di mantenere il potere in quel momento. Ha saputo di essere stato picchiato.

Il capo della cosiddetta commissione “6 gennaio”, Benny Thompson, ha affermato che Donald Trump è stato “al centro” del “tentato colpo di stato”.

In una serie di udienze di alto profilo, la commissione ha affermato che era impossibile per un repubblicano sapere di aver perso le elezioni contro Joe Biden.

READ  Quattro anni dopo le rivolte | Charlottesville rimuoverà le sue statue confederate

Il procuratore generale, una serie di consiglieri e persino sua figlia Ivanka … In una testimonianza davanti alla telecamera, diversi membri della guardia interna di Donald Trump hanno affermato di non credere alle sue teorie sulla “frode elettorale”.

Nel tentativo di annullare le elezioni presidenziali, Donald Trump ha esercitato pressioni sul vicepresidente Mike Pence e sui funzionari elettorali, in particolare in Georgia e Arizona. L’autorità ha rivelato l’entità di questa intimidazione e ha invitato molti di loro a testimoniare.

Secondo l’ex aiutante della Casa Bianca Cassidy Hutchinson, il presidente sapeva che alcuni dei manifestanti erano armati e potenzialmente pericolosi tra la folla radunata vicino alla Casa Bianca.

Secondo l’esplosiva testimonianza di questa giovane donna, il leader ha comunque cercato di unirsi alla folla sulla strada per il Congresso, cercando persino di prendere il volante dell’auto presidenziale da un agente al suo servizio di protezione.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.