Appello al terrorismo: la Russia condanna il portavoce di Meta a sei anni di carcere

Appello al terrorismo: la Russia condanna il portavoce di Meta a sei anni di carcere

Lunedì un tribunale militare russo ha condannato a sei anni di reclusione in contumacia il portavoce del colosso dei social media Meta, Andy Stone, con l'accusa di “incitamento al terrorismo”, mentre la società è classificata come “estremista” in Russia.

• Leggi anche: La Russia accusa in contumacia il portavoce di Meta di “terrorismo”.

L'agenzia di stampa russa Interfax ha citato il giudice Roman Kivorenko che ha affermato che il tribunale di Mosca ha deciso di “condannare Stone a sei anni di prigione, da trascorrere in una colonia penale”.

L'avvocato difensore Valentia Filippenkova ha detto a Interfax che farà appello contro la sentenza. Andy Stone non vive in Russia.

La magistratura russa accusa il signor Stone di aver pubblicato per suo conto notizie sull'attentato in Ucraina.

Il post in questione, pubblicato l’11 marzo 2022, spiegava che Meta aveva temporaneamente deciso di non considerare i messaggi che invitavano alla “morte degli invasori russi” come una violazione delle sue regole di utilizzo.

Nel novembre 2023, la Russia ha incluso il nome di Andy Stone, direttore delle comunicazioni di Meta, nella sua lista dei ricercati.

La Russia ha ufficialmente classificato nell’ottobre 2022 il gruppo americano, società madre di Facebook, WhatsApp e Instagram, come organizzazione “terroristica ed estremista”, aprendo la possibilità di adottare gravi misure legali contro i suoi utenti nel Paese.

Facebook e Instagram sono stati bloccati anche in Russia dall'inizio dell'attacco in Ucraina e non sono accessibili senza una rete privata virtuale (VPN), come X e molti siti mediatici critici nei confronti del governo.

Prima del divieto, milioni di russi utilizzavano le Meta app, in particolare Instagram, una rete che rimane molto popolare tra i giovani nonostante il blocco.

READ  Il presidente dell'Ucraina accusa l'Occidente di codardia

Nell’aprile 2022, la Russia ha inserito il leader di Meta, Mark Zuckerberg, nella lista nera delle persone a cui è vietato entrare nel suo territorio.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *