Almeno 6 morti in un incendio in Nuova Zelanda

Almeno 6 morti in un incendio in Nuova Zelanda

Almeno sei persone sono state uccise martedì in un incendio scoppiato in un ostello che ospita lavoratori e svantaggiati nel centro della capitale della Nuova Zelanda Wellington, secondo le autorità.

• Leggi anche: British Columbia: un falò per i senzatetto

• Leggi anche: Incendi in Alberta: probabilmente peggioreranno

“È una tragedia assoluta”, ha detto il primo ministro neozelandese Chris Hepkins, che ha affermato che sei morti sono stati “confermati. Ma sembra probabile che ce ne siano altri”.

Martedì mattina il fumo si è alzato dal Loafers Lodge a quattro piani mentre 80 vigili del fuoco e 20 camion stavano combattendo contro l’incendio.

I servizi di emergenza stimano che circa 90 persone fossero nella loggia. Molti i dispersi, 52 i soccorsi, alcuni rifugiandosi sul tetto dell’edificio e bonificando terreno presso la grande scala dei vigili del fuoco.

“Hanno evacuato un certo numero di persone dal tetto, da un’area che era direttamente sopra le fiamme”, ha detto a Radio New Zealand Brendan Nally, vice comandante dei National Fire and Rescue Services.

Non c’era altra soluzione. Queste persone sarebbero morte senza l’intervento delle nostre squadre. “Molti sono rimasti illesi grazie a loro”, ha detto.

Nally ha detto che non c’erano irrigatori nel lodge e che l’allarme antincendio non è scattato automaticamente.

Un residente dell’ostello, Chris, ha detto all’emittente pubblica TVNZ di essere strisciato fuori dalla sua stanza per sfuggire al fumo tossico.

‘respirazione difficoltosa’

“Sono andato su per le scale. Era tutto nero e denso come il fumo. Era difficile respirare. Era tutto sparito. La mia stanza era distrutta. Ho preso il mio vaper e il mio telefono, ma ho lasciato le scarpe”, ha detto.

READ  Sei abitudini dentali da evitare

Sei persone sono state portate in ospedale e altre 15 sono state curate sul posto, secondo i servizi di emergenza di Wellington.

“Un incendio come questo si vede solo una volta ogni 10 anni a Wellington. È il nostro peggior incubo”, ha dichiarato il direttore dei servizi di emergenza Nick Pyatt.

Il sindaco di Wellington Tore Wano ha dichiarato di aspettarsi che il bilancio delle vittime sia “molto più alto” di sei, definendolo “assolutamente sbalorditivo”.

persone a rischio

Ha detto che il lodge ospita residenti sia a lungo che a breve termine. Secondo lei, alcuni di loro sono persone vulnerabili, che vivono a basso reddito o risiedono in modo “di transizione” in Nuova Zelanda, un paese con una crisi abitativa.

“Per la nostra comunità di Wellington, questa è una giornata buia”, ha detto la signora Wanaw in un’intervista televisiva.

Ma un portavoce della polizia ha stimato che il bilancio finale delle vittime “non dovrebbe superare i 10”, sottolineando che non sarebbe stato noto fino a quando i vigili del fuoco non avessero avuto accesso all’edificio.

Il primo ministro ha spiegato che molti lavoratori notturni alloggiavano nell’ostello, il che rendeva difficile sapere quante persone si trovassero nell’edificio al momento dell’incendio.

Ha promesso un “esame approfondito” del disastro.

Avremo l’opportunità di verificare se questo edificio rispetta tutte le regole che doveva rispettare. Ma chiaramente l’obiettivo ora è supportare i nostri vigili del fuoco”, ha affermato Hipkins.

La polizia, che ha annunciato l’apertura di un’indagine congiunta con i vigili del fuoco, ha affermato che la causa dell’incendio è ancora “inspiegabile”.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *