Afghanistan | Terzo giorno di combattimenti intorno alla città di Herat

(Herat) I combattimenti tra talebani e forze afgane sono ripresi oggi, sabato, per il terzo giorno consecutivo, nella periferia di Herat, la grande città dell’Afghanistan occidentale, dove il giorno prima erano stati attaccati gli edifici delle Nazioni Unite.




Ma al mattino, le forze afgane sembravano allentare la presa sulla città di 600.000 abitanti, la terza più grande dell’Afghanistan.

I soldati, compresi i membri delle unità di commando, e la polizia afgana sono stati ampiamente dispiegati nelle principali città del distretto di Injil, che circonda Herat, e di Ghozara, a sud della città, sulle scene di pesanti combattimenti. Il giorno prima, quando è tornata la calma.

Le forze afgane si sono dispiegate in modo significativo nel distretto di Pashtun Pool, vicino alla sede della Missione delle Nazioni Unite in Afghanistan (UNAMA) a Herat, attaccata venerdì.

Ma i combattimenti sono ripresi nel pomeriggio alla periferia della città e in queste due aree, secondo il governatore di Herat Abdul Sabour Qani.

“Attualmente, sono in corso combattimenti nella periferia sud e sud-est di Herat”, ha detto all’AFP, in particolare nei distretti di Pashtun Pol e Pol Malan, due ponti situati a una decina di chilometri a sud della città. Sabato pomeriggio.

Le forze di sicurezza afgane e le “forze di resistenza” (milizie anti-talebane) stanno combattendo per respingere e distruggere i talebani. Abbiamo cercato di risparmiare il più possibile i residenti, ma il nemico ha preso posizione nelle case private. Ci stiamo muovendo con cautela per evitare vittime civili.

Abdul Sabour Qani, governatore di Herat

Secondo il signor Qani, che è apparso sulla televisione afgana in tuta da combattimento e un fucile d’assalto in spalla, si stanno svolgendo combattimenti anche nelle immediate vicinanze dell’aeroporto, insieme a Ismail Khan, un signore della guerra locale che si oppone ai talebani. Tendere una mano a Herat alle forze afghane.

READ  La maggioranza democratica al Senato Battesimo del fuoco di Chuck Schumer

“Terrore tra la popolazione”

La gente ha lasciato le proprie case per fuggire nella città di Herat […] “Questo sta causando il panico tra i residenti”, ha detto all’AFP Gul Ahmed, che vive nel distretto di Engel.

Abdullah Abdullah, l’ex vicepresidente e capo del Consiglio supremo per la riconciliazione nazionale, ha twittato sabato che i talebani hanno giustiziato un alto ufficiale dell’esercito afghano dopo essere stato catturato vicino a Herat.

I talebani, contrari a tutte le leggi di guerra e alle norme islamiche e umane, hanno giustiziato Abdul Hamid Hamidi, comandante della Prima DivisioneRif 207. BrigataNS Il reggimento di Zafar dopo la sua cattura.

“Sparare ai prigionieri di guerra è un atto codardo che va contro tutte le regole di guerra e mostra la crudeltà dei talebani”, ha aggiunto.

I talebani hanno recentemente preso il controllo di diversi distretti della provincia di Herat, oltre a due punti di confine ivi situati, vale a dire Islam Qala, il principale punto di passaggio con l’Iran, e il Centro Turgundi con il Turkmenistan.

Foto di Hushang Hashemi, AFP

Giovedì e venerdì si sono già avvicinati ai confini della città, attorno ai quali sono state dispiegate le forze afgane e la milizia di Ismail Khan.

L’ingresso agli uffici dell’UNAMA venerdì è stato particolarmente attaccato con un lanciarazzi “da elementi anti-governativi”, uccidendo un poliziotto afghano che era a guardia dell’edificio e ferendone diversi, secondo la missione.

I talebani controllano vaste aree rurali dell’Afghanistan dall’inizio di maggio, grazie a un’offensiva lanciata in tutto il Paese parallelamente al ritiro delle forze internazionali.

Le forze afgane hanno finora offerto poca resistenza e controllano principalmente solo i principali capoluoghi di provincia – alcuni dei quali assediati – e la maggior parte dei principali hub.

READ  Si è rifiutato di indossare la museruola: il regista è stato pugnalato più volte

combattere nel sud

Gli insorti nei giorni scorsi hanno anche aumentato la pressione su altri due capoluoghi di provincia nel sud dell’Afghanistan: Kandahar, seconda città del Paese e culla dei talebani, e la capitale di Helmand, Lashkar Gah.

I combattimenti sono proseguiti sabato nella periferia di Kandahar (650.000 persone) mentre gli elicotteri militari afgani hanno bombardato i combattenti talebani, secondo un corrispondente dell’AFP.

Migliaia di residenti sono fuggiti nelle ultime settimane dalle zone limitrofe colpite dagli scontri per cercare rifugio in città.

Il giornalista ha detto che le persone a Kandahar sono preoccupate e più di tre quarti delle aziende hanno chiuso.

A Lashkar Gah, sabato, è stato distrutto durante i combattimenti un piccolo ospedale privato con più di una dozzina di posti letto, dove si erano rifugiati i talebani.

Combattenti talebani sono entrati in ospedale e hanno espulso il personale. forze speciali [afghans] “Sono arrivati ​​e poi hanno chiamato il supporto aereo”, ha detto Agha Muhammad, che vive nelle vicinanze, all’AFP.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *