15 film importanti nella carriera di Louis de Funes

15 film importanti nella carriera di Louis de Funes

Sono passati 40 anni da quando Louis de Funès ci ha lasciato, uno sguardo ai film seminali di un attore geniale che rimane popolare

Secondo Bertrand Descally, giornalista e scrittore Louis de Funès AZE Ogni anno, dal 1964, Dei 5 film più visti dell’anno, i film di de Funes potrebbero essere il 3. ha detto in un’intervista a Francia. A 40 anni dalla sua morte, ecco i film che hanno reso uno dei miti più divertenti e amati del cinema francese.

La grande scopa (1966)

Diretto da Gerard Urey, questo film ha segnato per sempre il duo Bourvil-Funès, ed è incredibilmente divertente, nella mente dei francesi. L’imbianchino Gustave (Bourville) e il comandante di divisione André (de Funes) aiutano gli aviatori alleati a sfuggire all’occupazione tedesca in Francia durante la seconda guerra mondiale, usando il loro ingegno e il loro ingegno. È stato il film più visto di tutti i tempi in Francia fino al 1974.

La Grande Vadrouille di GerardOury con Louis de Funes e Bourvil nel 1966

Le avventure di Rabbi Jacob (1973)

Ancora una volta diretto da Gérard Urey, questo film è uno dei film più acclamati dalla critica di Louis de Funes. Tutte le scene sono leggendarie, il film dipinge un quadro molto comico dello scontro tra la cultura ebraica e quella cattolica. Presenta Louis de Funes nei panni di un rabbino americano che, durante un viaggio in Francia, si ritrova inavvertitamente coinvolto in una storia di una cospirazione internazionale.

Film completo disponibile su YouTube

Oscar (1967)

Louis de Funes si traveste da direttore d’azienda che si traveste da donna per sfuggire ai suoi nemici e si fa chiamare Oscar. Questo è uno dei film in cui Funes incarna meravigliosamente questo presidente piccolo borghese pieno di vizi che ama tanto interpretare. Il pubblico non può fare a meno di provare simpatia per lui, il segno supremo del genio di Funes. È follemente alle prese con il suo nuovo cognato interpretato da Claude Rich, che ha un talento per prenderlo in giro al massimo grado. La risata è assicurata.

READ  Villa Malaparte, braccia aperte al mare

Paperone (1980)

A proposito di vizi, L’avaro diretto dallo stesso Louis de Funes è una delle migliori citazioni dell’opera di Molière. È la storia di un avaro ossessionato dal denaro che cerca di far sposare i suoi figli a uomini ricchi per migliorare la sua situazione finanziaria. Indispensabile nel teatro classico, l’attore lo interpreta molto bene, nel suo stile, senza mai stravolgere lo spettacolo. Diretto da Funes e Jean Girault.

Cornwood (1965)

Diretto da Gerard Urey, questo è il secondo film diretto dal duo Burville Funes. “L’Italia attraverso la Cadillac deve essere qualcosa”, dice Bourville, l’uomo carismatico che rimane vittima dell’ilarità degli uomini del denaro. Il film ritrae due amici che si ritrovano invischiati in una storia di auto rubata e traffico di droga durante un viaggio in Italia. Un film istituzionale sbalorditivo e divertente per il leggendario duo.

L’incredibile incidente d’auto che ha suggellato l’incontro del cast

Gendarmeria a Saint-Tropez (1964)

Regia di Jean Girault. Presenta Louis de Funes nei panni del comandante del maresciallo Ludovic Crochut, assegnato alla brigata di Saint-Tropez. Il film segue le avventure comiche di Crochot e dei suoi compagni mentre cercano di mantenere l’ordine in città durante la stagione estiva. Louis de Funes non esita a seminare gelosie e ingiustizie all’interno della brigata che comanda. Michel Galabro è straordinario. Il suo successo è tale che sono comparsi altri 5 componenti della gendarmeria!

Fantasmi (1964)

Louis de Funes interpreta il commissario Juventus, che sta dando la caccia al criminale Fantômas, interpretato da Jean Marais. È un film d’azione-avventura basato sull’omonima serie di romanzi. Il ruolo più importante di un ispettore per l’attore francese. Diretto da André Hunebelle, il film è stato un successo in Francia e sorprendentemente anche in URSS con ben 60 milioni di spettatori.

Louis de Funes con il suo sigaro revolver in un film fantomas (1964)

Zuppa di cavolo (1981)

Due anziani contadini fissati su una bottiglia, Le Gloude e Le Pompey vivono in completo isolamento dal mondo cittadino. Fino al giorno in cui una creatura aliena sconvolge la loro quotidianità. Quindi Louis de Funes gli fece conoscere la zuppa di cavolo. Diretto dal fedele Jean Girault e accompagnato dagli attori Jacques Villeret e Jean Carmet, questo film è un UFO nella filmografia di Louis de Funes. Splendida sceneggiatura con musica emozionante di Raymond Lefevre!

READ  Dalla Francia, Balasco, Dupontel e gli altri Goldman saranno a Namur per partecipare al FIFF Kaléidscope

L’arrivo dell’astronave

Il grande ristorante (1966)

Diretto da Jacques Besnard, è uno dei due leggendari film culinari in cui Louis de Funes interpreta un ristoratore. Quest’ultimo cerca di mantenere l’ordine nel suo stabilimento durante le visite ai VIP. Tante le scene cult, soprattutto quella in cui l’attore non esita a travestirsi per mettere alla prova i suoi server. Questa ricetta del soufflé di patate è ancora esilarante.

Ricetta del soufflè di patate

Ala o coscia (1976)

Claude Zidi gestisce Louis de Funès come direttore di una fabbrica di polli, che combatte un concorrente disonesto per salvare la sua attività. È il crudo conflitto tra il mondo della grande distribuzione e il cibo industriale contro i raffinati buongustai rappresentati da de Funes e suo figlio, interpretato da Colucci! Punto d’onore per l’eccezionale musica di Vladimir Kuzma.

Una delle scene più belle del cinema del vino

Deliri di grandezza (1971)

Liberamente adattato dal gioco Roy Blass di Victor Hugo, questo film rende omaggio anche a Yves Montand! Louis de Funès interpreta l’ambizioso uomo d’affari Don Sallustre, che cerca di diventare ricco e potente ingannando il re di Spagna. Ritratto di un uomo avido e vendicativo che non esita ad utilizzare il suo servo per scopi personali.

Una scena de Il risveglio di Don S’illustre (Louis de Funès)

Buick Buick (1963)

Questa è la prima collaborazione tra De Funès e Jean Girault, che si tradurrà in tutta una serie di altri film. Questo film è anche il primo in cui Funès incarna pienamente questo personaggio borghese ricco e corruttore, ripugnante con i servi meschini e morbido con i potenti. Al casting troviamo anche Mirai Darhk con il suo vero naso. pepita.

Come la poesia nella zuppa (1957)

Pierre Cousin decide di porre fine alla sua vita, ma non può agire. Quindi chiederà aiuto ai mafiosi per uccidersi, ma questo prima di salvare una giovane donna suicida (Noelle Adam) che gli darà un assaggio della vita. Un destino tragico in cui Funes è chiaramente degno di nota. Film diretto da Maurice Rajami nel 1957.

READ  Off White collabora con l'AC Milan Football Club

Scena da bar con un gangster

Orchestra dell’uomo (1970)

Un film straordinario per il suo lato pop. De Funès è un bandleader nel Principato di Monaco, e all’ultimo minuto decide di cambiare tutta la sua musica per darle un aspetto pop. Vediamo foto di Andy Warhol, oltre a una clip originale di ispirazione giapponese. Louis de Funès è fantastico ma non ha un attore a cui restituire la palla. Lungi dall’essere il migliore, questo è un film originale diretto da Serge Corber.

locandina del film

Né apparso né conosciuto (1957)

Un film meno conosciuto con Louis de Funes ma un piccolo gioiello. Il film è ambientato nella tranquilla cittadina di Semur en Auxois, dove Louis de Funès interpreta uno dei suoi primi ruoli da protagonista! È la storia della rivalità tra Bléroux e il poliziotto di campagna di Montbaillard, ed è anche la contrapposizione di due personalità molto diverse. Film diretto da Yves Robert.

Gara di caccia
Leggi anche: Cesare 2023: dove sono le donne?

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *