Un nuovo trattamento “cambia la vita” degli adolescenti affetti da HIV

Un nuovo trattamento “cambia la vita” degli adolescenti affetti da HIV

Gli adolescenti affetti dal virus dell'immunodeficienza umana (HIV) avranno accesso a un nuovo trattamento esclusivo del Canada, offerto presso il Dipartimento di Pediatria del CHU Sainte-Justine.

Dall’inizio degli anni ’80, secondo i dati dell’UNAIDS, più di 86 milioni di persone sono state infettate dall’HIV e 40 milioni sono morte di AIDS.



Novità sull'IVA

Da ottobre, il Centro materno infantile dell'ospedale Sainte-Justine ha curato più di 40 adolescenti e giovani di età inferiore ai dodici anni affetti da HIV. Questo nuovo trattamento, che viene somministrato tramite iniezione una volta ogni due mesi, potrebbe “cambiare la vita” di questi adolescenti.

Gli adolescenti con HIV dovranno ricevere due iniezioni intramuscolari su ciascun lato dei muscoli glutei. Questo trattamento previene la trasmissione della malattia. “Gli adolescenti che seguono regolarmente il trattamento non trasmetteranno l'HIV”, afferma la dottoressa Fatima Kakkar, specialista in malattie infettive e ricercatrice presso il CHU Sainte-Justine, in un'intervista a TVA Nouvelles.



Novità sull'IVA

In precedenza, questi giovani dovevano assumere una compressa una volta al giorno. “Gli adolescenti avevano paura, non volevano che la gente scoprisse di avere la malattia. Così se ne sono dimenticati, hanno smesso di prendere le medicine. Non hanno svolto le loro normali attività per paura”, commenta la dottoressa Fatima Kakkar.

A quel tempo, le risorse mediche non consentivano il trattamento dell’HIV. Questi giovani infetti avevano contratto la malattia “durante la gravidanza” dalle loro madri. Sottolinea che “una donna incinta che era infettata dal virus dell’HIV e non si era curata lo ha trasmesso ai suoi figli”.

READ  Definizione | Artrite settica - artrite infettiva

Attualmente, in Canada il rischio di infezione è inferiore all’1% per le donne incinte affette da HIV che seguono un trattamento adeguato.

Secondo i dati dell'UNAIDS, 30 milioni di persone hanno accesso alle cure antiretrovirali.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *