Un importante agente di al-Qaeda nello Yemen è stato ucciso da un attacco aereo

Un importante agente di al-Qaeda nello Yemen è stato ucciso da un attacco aereo

Un certo numero di funzionari yemeniti ha detto all’AFP che un membro di spicco di al-Qaeda è stato ucciso domenica in un attacco aereo “probabilmente americano” nel nord dello Yemen.

Il saudita Hamad bin Hamoud al-Tamimi è stato ucciso in un attacco aereo su una casa che aveva recentemente affittato nella provincia di Marib, ha detto ad AFP un funzionario della sicurezza yemenita in condizione di anonimato.

Ha affermato che questo sciopero era “probabilmente americano”.

Hamad bin Hamoud al-Tamimi è stato uno dei principali leader del ramo di al-Qaeda nella penisola arabica, l’organizzazione jihadista Akba.

E sotto il nome di Abdel Aziz Al-Adnani, era “il capo del consiglio consultivo dell’organizzazione (Aqaba, ndr)”, ed esercitava anche la carica di “giudice”, secondo un rappresentante locale a Marib, anch’egli a condizione. di anonimato.

Ha detto che anche la sua guardia di destra è stata uccisa nello sciopero.

Gli Stati Uniti considerano Akba il ramo più pericoloso della rete jihadista, e da diversi anni effettuano attacchi con droni contro questo gruppo yemenita, senza mai confermarlo.

Alla fine di gennaio, funzionari yemeniti hanno annunciato che altri tre membri del movimento “Akba” erano stati uccisi in un attacco di droni nel governatorato di Ma’rib controllato dal governo yemenita.

Un funzionario del governo della regione ha poi descritto questo attacco come “presumibilmente americano”. Washington non ha commentato immediatamente.

Il gruppo jihadista, come il suo rivale Stato islamico (IS), ha rafforzato la sua presenza in Yemen approfittando del caos causato dalla guerra tra il governo, sostenuto dal 2015 da una coalizione militare guidata dai sauditi, e gli Houthi. Ribelli vicini all’Iran.

READ  La morte può aspettare: l'eterno James Bond

Akba ha effettuato attacchi nello Yemen sia contro gli Houthi che contro le forze governative. L’organizzazione ha anche rivendicato attacchi negli Stati Uniti e in Europa.

La guerra nello Yemen ha causato centinaia di migliaia di vittime dal 2015 e ha gettato il paese più povero della penisola arabica in una delle peggiori tragedie umane del mondo.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *