Un grande asteroide sta per proteggere la Terra Scienza | Notizie | il Sole

unSi chiama 2001 FO32 e ha un diametro inferiore a un chilometro, e orbiterà a 124.000 km / h, “più veloce della maggior parte degli asteroidi” che passano vicino alla Terra, secondo la NASA.

Il corpo roccioso, che non era alla sua prima visita, dovrebbe passare il più vicino possibile al nostro pianeta questa domenica alle 12:02. Quindi nel 2016 saranno 158 km dalla Terra, ovvero circa cinque volte la distanza tra la Terra e la Luna.

“Non c’è pericolo di collisione con il nostro pianeta”, rassicura l’agenzia spaziale americana. Il suo corso è “ben noto e abbastanza regolare” da escludere ogni pericolo, e questo è garantito agli esperti dell’Osservatorio Paris-PSL.

Tuttavia, il grande corpo roccioso è classificato come “potenzialmente pericoloso”, come lo sono tutti gli asteroidi con un’orbita inferiore a 19,5 volte la distanza tra la Terra e la Luna e oltre 140 metri di diametro.

Questa categoria “viene inseguita senza sosta dagli astronomi di tutto il mondo per preparare l’inventario più completo possibile”, conferma l’osservatorio, osservando che il primo – e più grande – asteroide, Cerere, fu scoperto nel 1801.

L’asteroide “2001 FO32” è stato visto per la prima volta nel 2001 e da allora è stato osservato da vicino. Appartiene alla famiglia “Apollo” di asteroidi vicini alla Terra, che orbitano intorno al sole in almeno un anno e possono attraversare l’orbita terrestre.

“Attualmente, non si sa molto su questo oggetto, quindi questo passaggio ravvicinato ci offre una grande opportunità per imparare molto”, ha detto Lance Penner, uno scienziato del Jet Propulsion Laboratory della NASA, su cui fa affidamento il centro studi. .

READ  Science in the Chernobyl Series: The Disconnect between Right and Falsehood

Secondo CNEOS, “gli astronomi dilettanti nell’emisfero meridionale e alle basse latitudini settentrionali dovrebbero essere in grado di vederlo”. “Dovremo aspettare che si faccia buio e armarci di un buon telescopio, di almeno 20 cm di diametro”, ha detto all’Afp Florent Delphi dell’Osservatorio di Parigi.

“Dovremmo vedere un punto bianco che si muove come un satellite”, ha aggiunto l’astronomo. Il percorso non ha nulla a che fare con il percorso delle stelle, sono asteroidi molto piccoli che formano una linea leggera che divide il cielo in una frazione di secondo.

Non c’è possibilità che nessuno dei grandi asteroidi della Terra si schianti nel prossimo secolo.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *