Türkiye: il Parlamento approva l'adesione della Svezia alla NATO

Türkiye: il Parlamento approva l'adesione della Svezia alla NATO

Martedì il parlamento turco ha ratificato l'adesione della Svezia all'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO), al termine di venti mesi di negoziati che hanno messo alla prova la pazienza degli alleati occidentali di Ankara desiderosi di formare un fronte unito contro Mosca.

• Leggi anche: La NATO ha ordinato 220.000 proiettili di artiglieria per l'uso da parte dell'esercito ucraino

• Leggi anche: La più grande esercitazione militare della NATO dall'inizio della Guerra Fredda

• Leggi anche: La Svezia è preoccupata per la possibilità di entrare in guerra

La nomina svedese, che ora necessita solo del via libera dell'Ungheria, è stata approvata dai rappresentanti turchi con una maggioranza di 287 voti contro 55 voti dell'opposizione.

La Svezia, che sta per diventare il 32esimo Stato membro della NATO, ha annunciato la sua candidatura nel maggio 2022, nello stesso momento in cui la Finlandia ha aderito lo scorso aprile.

In seguito all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, i due paesi confinanti hanno rotto con decenni di neutralità dopo la Seconda Guerra Mondiale e poi con il non-allineamento militare dalla fine della Guerra Fredda.

Per soddisfare le richieste di Ankara, la Svezia è arrivata al punto di riformare la propria costituzione e adottare una nuova legge antiterrorismo, poiché la Turchia ha accusato il paese settentrionale di essere indulgente con i militanti curdi che si erano rifugiati nel suo territorio e che Ankara considerava terroristi. .

All’inizio di dicembre, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha aggiunto, come condizione per la ratifica, l’approvazione “simultanea” del Congresso americano alla vendita di aerei da combattimento F-16 alla Turchia, ritardando ulteriormente il via libera del suo parlamento.

READ  Invasione dell'Ucraina: Putin ha commesso un "grosso errore", dice Stoltenberg

Ankara ha inoltre chiesto al Canada di consentire la vendita alla Turchia di un componente ottico utilizzato nella fabbricazione di droni da combattimento.

Ultimo lavoro a Budapest

Il governo americano non è ostile alla vendita degli F-16, ma il Congresso finora li ha bloccati a causa delle ricorrenti tensioni in particolare tra Turchia e Grecia, che è anche membro della NATO, anche se i rapporti tra i due paesi sono migliorati negli ultimi mesi.

Erdogan ha parlato al telefono il mese scorso con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il quale ha affermato che la Turchia potrebbe ottenere l'approvazione richiesta dal Congresso se l'adesione della Svezia fosse ratificata.

L’atto finale prima che la Svezia aderisca alla NATO avrà luogo ora in Ungheria, l’unico altro paese dell’alleanza che ha mantenuto stretti legami con Mosca nonostante l’invasione dell’Ucraina.

Il primo ministro ungherese Viktor Orban ha invitato martedì il suo omologo svedese a Budapest per cercare di rimuovere gli ultimi ostacoli al via libera del suo parlamento.

Budapest, che ha dato il suo sostegno di principio all'adesione della Svezia ma che ritarda da mesi, chiede a Stoccolma di fermare la politica di “screditamento” del governo ungherese accusato di deriva autoritaria.

Il ministro degli Esteri svedese ha risposto brevemente all'invito, affermando che il suo Paese “non ha motivo” di negoziare attualmente con l'Ungheria.

Tobias Billstrom ha sottolineato che “al vertice di Madrid dell'anno scorso, l'Ungheria (..) ha concesso alla Svezia lo status di ospite” con l'obiettivo di aderire alla NATO, senza alcuna riserva.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *