Questo è il volto ricostruito del più antico essere umano scoperto in Egitto

Questo è il volto ricostruito del più antico essere umano scoperto in Egitto

Le ossa di questo giovane che visse nell’antico Egitto 35.000 anni fa furono scoperte nel 1980 da un team di archeologi nel sito di Nazlet Khater 2 situato nella Valle del Nilo. Secondo ilStabile Riportato da Live Science, quest’uomo aveva tra i 17 ei 29 anni ed era alto circa 1,60 m.

Per raccogliere maggiori informazioni su questo misterioso giovane e comprendere meglio l’evoluzione umana, i ricercatori brasiliani hanno tentato di ricostruire il suo volto utilizzando dozzine di immagini digitali raccolte durante l’analisi dei resti. Questo processo è noto come Fotogrammetria Ha permesso agli esperti di creare due modelli 3D dell’uomo.

Una mascella molto più potente di quella di un uomo moderno

Una delle caratteristiche del cranio che ha attirato l’attenzione dei ricercatori, riferisce Scienza dal vivo, la mascella era molto più forte di quella degli uomini moderni. Mancava una parte del cranio, ma il team lo ha riprodotto utilizzando l’altro lato del cranio e utilizzando i dati delle immagini in esso contenute Scanner TC Donatori virtuali (tecnologia di imaging medico per ricostruire immagini 2D o 3D di strutture anatomiche).

Ricostruzione approssimativa

Tuttavia, il co-ricercatore ed esperto grafico brasiliano Cicero Moraes ha insistito sul fatto che si trattava di una ricostruzione approssimativa: “ In generale, le persone pensano che lo zoom facciale funzioni come nei film di Hollywood, dove il risultato finale è realistico al 100%. In realtà, non è del tutto così. Quello che facciamo è un’approssimazione di come potrebbe apparire un volto, con i dati statistici disponibili, e il lavoro risultante è una struttura molto semplice. […] Tuttavia, è sempre importante umanizzare il proprio volto quando si lavora con personaggi storici, perché completando la struttura con la poesia e il colore, l’identificazione con il pubblico diventa maggiore, suscitando interesse e – chissà – voglia di saperne di più sull’argomento o sull’archeologia e la storia nel suo insieme “.

READ  "Baïes - l'antica città sommersa" e poi "L'indagine su Pompei" giovedì 18 maggio 2023 a France 5 in "Science Large Format"

>>Leggi anche: Ramesse II: Nei panni del più grande faraone d’Egitto

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *