Premio del cinema svizzero: petto pieno (circa) per “Little Sister”

Gli Swiss Film Awards, assegnati venerdì sera durante una cerimonia virtuale, hanno visto una vittoria sorellina, Che è ambientato sullo sfondo di Schaubühne a Berlino e in Svizzera: Nominati sei volte, Stéphanie Chuat e Véronique Reymond di Losanna sono stati incoronati miglior film di finzione. Marth Keeler, che ha osato distruggere la sua immagine interpretando la madre fallita, riceve un premio per il miglior ruolo di supporto.

Stephanie Schwat e Veronique Raymond:
“Volevamo parlare di questo legame fortissimo che ci unisce”.

Marth Keeler ha immediatamente adottato Nina Hus e Lars Edinger come suoi figli immaginari. I tre erano completamente d’accordo su questa famiglia zoppa e disfunzionale. Gli siamo grati per aver avuto questo coraggio, qualcosa che non è necessariamente evidente nella professione così come la conosciamo ”, il duo di registi ci ha salutato in un’intervista all’Agenzia Telegrafica Svizzera lo scorso settembre, quando è uscito il film.

Il secondo è doppio

sorellina Ha anche vinto la migliore sceneggiatura (Stephanie Choat, Veronique Raymond), il miglior montaggio (Myriam Rushmouth) e la migliore fotografia (Philip Zombrunn). Ritratto luminoso, ripresa ravvicinata degli attori: i due Voodooise hanno scelto un film. Per raggiungere questo obiettivo, hanno invitato il direttore della fotografia di lingua tedesca Philipp Zombrunn, “perché eccelle nell’arte della fotografia con videocamera portatile, che fornisce un movimento continuo dell’immagine mentre lavora con precisione sul punto”. Il duo in realtà ha ottenuto il doppio per il miglior film e la migliore sceneggiatura nel 2011 con La stanza è piccola.

Informazioni su Sons of Plattspitz:
Mai senza mia madre

Sarah Spall, che interpreta il titolo Enfants du PlatzspitzDa parte sua, è stata insignita del premio come migliore attrice. Il film, diretto da Pierre Monard, segue il viaggio di un giovane adolescente la cui madre tossicodipendente ha lasciato la scena della droga a Zurigo nel 1992 quando è stata chiusa. Come migliaia di altri, vengono restituiti alle loro comunità di origine. Il regista di Friburgo è lieto che la performance di Sarah Spall sia stata riconosciuta: “Il film si adatta alle sue spalle e alle spalle di Luna Moyesi, che interpreta sua figlia. Anche se è chiaramente un lavoro di squadra. Spero di poter lavorare di nuovo con questi due attrici. Stiamo anche cercando idee e progetti per raggiungere questo obiettivo “. Questo non è il primo incontro tra Sarah Spall e Pierre Monard, poiché hanno già collaborato alla serie Wilder, In cui il ruolo principale è interpretato dalla detective Rosa Wilder.

READ  Karimi fa valzer pregiudizi sul video musicale di "Chi ci talia?"

Miglior documentario di Milo Rao

Responsabile dei costumi nel film diretto da Pierre Monard, ma anche in Bilanciamento dei verbiLa costumista e costumista Linda Harper, migliore attrice bernese e migliore attrice non protagonista, ha ricevuto un premio speciale. Il regista bernese Milo Rao, che vive a Berlino, ha vinto il Quartz Award per il miglior film documentario su Il nuovo vangelo.

Milo Rao: “Dobbiamo dire le nostre tragedie in modo da sperare di eliminarle”.

Il film, girato a Matera, nel sud Italia, segue la storia di Gesù, ma è trasmesso nel contesto attuale. Milo Rao parla di profughi che vivono nei campi fuori città che cercano un destino migliore, raccogliendo pomodori che finiscono nei nostri piatti per una miseria. Questo dramma sociale, che raffigura un Gesù nero e un attivista politico, è stato introdotto per la prima volta negli ultimi giorni di Soletta ed è stato trasmesso online.

Leggere:
Lilo Pulver, da Berna a Hollywood

Nella categoria Miglior cortometraggio ha vinto con il regista e sceneggiatore zurighese Jozen Carr La tua stradaNel frattempo, “Quartz” è andato a George Schweizebel per il miglior film d’animazione Il taccuino di Darwin. Alla fine della cerimonia, l’attrice Lilo Pulver, 91 anni, ha ricevuto il premio onorario e ha detto: “Sono felice di questo premio, mi è mancato”. Questo dimostra che sono ancora qui “.

Il membro del Consiglio federale Alain Bercet ha descritto l’attrice di Bernet come una “grande attrice” che, come Marty Keeler, brillava fuori dai confini svizzeri. Ha girato sotto la guida di Douglas Circus (Tempo di amare e tempo di morireBilly Wilder (uno due tre(O Jack Revit)La suora). Alla domanda su quale film preferisse, Lilo Pulver ha risposto che non può rispondere a questa domanda: “Altrimenti, gli altri saranno gelosi”.

READ  Philip Hressant in France Musique, un compositore che suona il pianoforte

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *