Più di 500 leoni marini e leoni marini sono morti di influenza aviaria

Più di 500 leoni marini e leoni marini sono morti di influenza aviaria

Più di 500 leoni marini e leoni marini sono stati trovati morti sulla costa del sud del Brasile, secondo un nuovo rapporto delle autorità locali, che hanno attribuito il massacro all’influenza aviaria. “Finora abbiamo contato 552 mammiferi marini (morti) in vari luoghi della costa”, ha dichiarato il Ministero dell’Agricoltura dello Stato di Rio Grande do Sul in un comunicato stampa inviato all’Agence France-Presse.

L’unica città di Santa Vitoria Palmar, situata nello stesso stato, ha rivelato venerdì che sono stati ritrovati i resti di 164 leoni marini e otarie. Il primo focolaio di influenza aviaria tra i mammiferi marini è stato identificato all’inizio di ottobre a Cassino, un’altra spiaggia nello stato di Rio Grande do Sul, secondo il Ministero dell’Agricoltura brasiliano.

“Nessun rischio per i consumi”

La maggior parte dei mammiferi marini morti sono stati rinvenuti nel sud del Brasile, vicino al confine con l’Uruguay, dove le autorità a settembre hanno annunciato il ritrovamento di quasi 400 carcasse di leoni marini e leoni marini, la cui morte è stata attribuita anche all’influenza aviaria. Tuttavia, secondo le autorità locali, “non esiste alcun pericolo per il consumo di pollame o uova” prodotti in Brasile. Il Brasile mantiene così il suo status di Paese “libero da malattie”, perché finora, secondo il governo, “nessuna produzione commerciale è stata colpita”.

Sebbene i casi di infezione umana siano rari, le autorità brasiliane hanno raccomandato ai residenti di non avvicinarsi ai resti di mammiferi marini e di tenere lontani i loro animali domestici. Anche Perù, Cile e Argentina hanno segnalato la morte di piante marine a causa del virus, che provoca gravi danni al sistema muscolare, nervoso e respiratorio.

READ  Scienze. Il ritorno del mammut lanoso al Polo Nord? Ci sta lavorando un'azienda americana

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *