Peugeot Motorcycles condannata per “contraffazione” in Francia e in Italia

Le motociclette Peugeot sono state condannate in Francia e in Italia per “contraffazione”. Martedì, il gruppo italiano ha annunciato in un comunicato che il caso riguardava un brevetto per lo scooter a tre ruote Piaggio.

Peugeot Motorcycles, di proprietà del gruppo indiano Mahindra, è stata condannata a Parigi al risarcimento di 1,5 milioni di euro e alla sospensione della vendita di moto. Biagio ha affermato che il brevetto riguarda “il controllo di un sistema che consente a un veicolo a tre ruote di inclinarsi lateralmente, come una motocicletta convenzionale”.

Chiamate possibili

Nel 2006, il produttore italiano ha lanciato il suo primo modello a tre ruote, l’MP3, il cui successo ha spinto altri produttori a emularlo. È stato il caso della Peugeot, con il suo gruppo “Metropolis” made in France, ma anche della Yamaha o della Quadro.

In Italia, un tribunale di Milano ha ordinato a Peugeot Motocycles di interrompere la commercializzazione di questi scooter, con la sanzione del pagamento di una multa di 6.000 euro per ogni auto venduta al termine dei 30 giorni successivi all’annuncio della decisione del tribunale. Entrambe le decisioni saranno impugnabili. Martedì mattina non è stato possibile raggiungere la direzione di Peugeot Motorcycles.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *