Nelle immagini | Enormi bombardamenti in Crimea

Nelle immagini |  Enormi bombardamenti in Crimea

L'Ucraina ha annunciato domenica di aver colpito due navi russe nella penisola di Crimea, che ha annesso, un'affermazione che arriva dopo la terza notte di intensi bombardamenti russi sul paese con l'obiettivo di distruggere le infrastrutture ucraine.

• Leggi anche: Missili russi violano lo spazio aereo polacco

• Leggi anche: Lutto nazionale in Russia dopo il massacro del municipio di Crocus

• Leggi anche: Attacchi aerei russi sulla regione di Kiev e Lviv

Mosca afferma di rispondere con questi attacchi seriali ai bombardamenti ucraini sulle zone di confine, che di per sé sono risposte agli attacchi quotidiani lanciati dalla Russia contro gli ucraini dall’inizio della sua invasione il 24 febbraio 2022.

L'aeronautica ucraina ha dichiarato di aver abbattuto 18 dei 29 missili e 25 dei 28 droni esplosivi lanciati durante la notte. Danni alle infrastrutture urbane, energetiche e portuali sono stati osservati a Kiev, così come nelle regioni di Lviv (ovest), Kryvyi Ryg (centro) e nella regione del Danubio (sud-ovest).

I danni appaiono molto meno gravi di quanto accaduto venerdì, quando Kharkiv, la seconda città più grande dell'Ucraina, nel nord-est dell'Ucraina, al confine con la Russia, si è trovata senza elettricità, acqua e riscaldamento.

Da parte sua, l’Ucraina ha lanciato attacchi a Sebastopoli, nella penisola di Crimea annessa dalla Russia nel 2014, e al quartier generale della flotta russa del Mar Nero. Quest’ultimo è stato notevolmente indebolito da molteplici attacchi missilistici e droni.

Kiev ha annunciato domenica di aver colpito nuovamente due navi e di averne affondate altre due dall'inizio della guerra, un insulto alla Russia, che è stata costretta ad abbandonare il blocco delle coste ancora sotto il controllo ucraino.

READ  Nuova udienza in prima serata sull'attacco al Campidoglio

Il Centro comunicazioni delle forze armate ucraine ha annunciato in un comunicato che “le forze armate ucraine sono state in grado di colpire le due navi anfibie Yamal e Azov, nonché il centro comunicazioni e altre infrastrutture della flotta russa del Mar Nero”.

La Russia ha annunciato, sabato sera, di aver respinto un “enorme” attacco missilistico ucraino contro la città di Sebastopoli.

Il governatore dello stato Mikhail Razvoyev ha dichiarato su Telegram: “Secondo le informazioni preliminari, sono stati abbattuti più di dieci missili”.

Poi ha spiegato che i detriti del missile caduto hanno provocato la morte di un civile di 65 anni. Quattro persone sono rimaste ferite, tra cui un adolescente.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *