Missione umanitaria: Un cittadino di Limoelo a bordo di una delle navi della “Gaza Freedom Flotilla”

Missione umanitaria: Un cittadino di Limoelo a bordo di una delle navi della “Gaza Freedom Flotilla”

Un’infermiera del Quebec è salita a bordo della flottiglia di Gaza venerdì mattina a Istanbul, in Turchia, sperando di andare a Gaza per rompere il blocco israeliano e consegnare beni umanitari agli abitanti di Gaza.

Non è stato difficile convincere Jean-Pierre Valdebenito, padre di tre figli e patrigno di altri due figli. L'infermiere professionista è impegnato nella questione palestinese da più di vent'anni e ha risposto senza esitazione alla chiamata della sua amica Nima Maashouf.

MIO Dell'equipaggio fa parte anche Maashouf, epidemiologo di origine iraniana.

“Mi ha detto che se eri tentato, c'era ancora spazio”, dice il signor Valdebenito. Non è stato difficile convincermi. In meno di 24 ore ho avuto le discussioni di cui avevo bisogno con la mia famiglia e il mio datore di lavoro.

Il nativo di Lemoilo non è ancora sicuro se il suo viaggio avrà luogo o meno.

Ha aggiunto: “Le pressioni sul governo turco stanno ritardando la partenza. “Se non partiamo nei prossimi giorni, potrebbe mettere in pericolo la mia esistenza”, ha spiegato giovedì. L'imbarco è avvenuto venerdì, ma nulla lo conferma ancora Il convoglio si dirigerà a Gaza. Questo è un viaggio di quattro giorni in una sola direzione.

“È una manifestazione del desiderio”, continua l'infermiera.



Questa è la nave su cui Jean-Pierre Valdebenito si è imbarcato nella speranza di recarsi a Gaza con diversi operatori umanitari.

Foto per gentile concessione della Freedom Flotilla Alliance

Questa missione è anche un chiaro messaggio ai funzionari eletti in molti paesi, che molti operatori umanitari accusano di inazione.

“Stiamo facendo il lavoro che i nostri governi non stanno facendo”, dice francamente Valdibenito.

READ  Terremoto di magnitudo 7 colpisce le Isole Salomone e allerta tsunami

Il ministro degli Esteri federale Mélanie Jolie è stato contestato dagli operatori umanitari che hanno chiesto al governo di agire per proteggere i cittadini coinvolti negli aiuti umanitari e la popolazione civile a Gaza. Il politico ha osservato che il Canada sarà sempre presente per sostenere varie iniziative umanitarie.

Ma Valdibenito e i suoi colleghi umanitari sperano di ottenere di più.

“Egli dovrebbe [que les élus] Esercitare una pressione sufficiente su Israele affinché gli aiuti umanitari possano entrare nei territori palestinesi via terra, mare e aria, e affinché gli operatori umanitari possano lavorare e i giornalisti possano raggiungere i territori palestinesi”.

Davvero un ostacolo

Mentre un residente del Quebec che lavorava per l'organizzazione umanitaria World Central Kitchen ha recentemente perso la vita a Gaza, Valdibenito preferisce concentrarsi sull'obiettivo della missione, ovvero garantire che i beni umanitari raggiungano la loro destinazione in modo sicuro.

“Soffriamo di stress e paura, ma restiamo focalizzare Con l’obiettivo di rompere l’assedio di Gaza”.

Nel momento in cui scriviamo, la Freedom Flotilla Alliance ha annunciato che la barca era pronta a partire, ma si stava già delineando un intoppo.

“Israele ha imposto un blocco amministrativo con l’obiettivo di impedire la nostra partenza. Israele sta esercitando pressioni sulla Repubblica di Guinea Bissau affinché rimuova la sua bandiera dalla nostra nave ammiraglia, ciò ha comportato una richiesta di ulteriore ispezione, ritardando la nostra partenza prevista per il 26 aprile .

Venerdì a metà serata abbiamo appreso che il progetto Freedom Flotilla alla fine era stato interrotto.

Hai qualche informazione da condividere con noi su questa storia?

Scrivici a o chiamaci direttamente al 1 800-63Ambito.

READ  Presidenza 2024 | Le cattive notizie si stanno accumulando per Donald Trump

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *