Lotta alla poliomielite nella Repubblica Democratica del Congo: il numero dei bambini affetti da paralisi è sceso da 500 nel 2022 a meno di 250 nel 2024

Lotta alla poliomielite nella Repubblica Democratica del Congo: il numero dei bambini affetti da paralisi è sceso da 500 nel 2022 a meno di 250 nel 2024

Sabato 23 marzo, il Programma Esteso di Immunizzazione (EPI) ha accolto con favore i significativi progressi registrati nella Repubblica Democratica del Congo nella lotta contro la poliomielite. Siamo infatti passati da più di 500 bambini paralizzati nel 2022 a meno di 250 casi paralizzati nel 2024; Sebbene nel 2024 siano stati rilevati nel Paese due casi di infezione da poliovirus selvaggio (uno a Kinshasa e l'altro a Chubu).

Questi dati sono stati forniti durante una conferenza stampa organizzata questo fine settimana dal Comitato dell'Unità di Emergenza e Sorveglianza della Poliomielite del Programma Esteso di Immunizzazione a Kinshasa.

Per il 2024, abbiamo detto di aver rilevato due poliovirus nell’ambiente, a Kinshasa e Tshobo, ma non abbiamo ancora rilevato questi casi di bambini con paralisi. Ma come abbiamo detto, nei bambini paralizzati siamo passati da più di 500 casi a meno di 250 casi, quindi probabilmente abbiamo ancora dei casi. Il monitoraggio continua anche quest'anno. È possibile che in estate, nei mari che arrivano, ci sia un rilevatore di bis che potrebbe essere il prossimo riposo sulla tendenza della madre che questi anni hanno un effetto negativo, se arrivano alla fine di quest'anno l'anno prossimo . Questo è perfetto. Questo è l'ideale Lo ha spiegato il Dott. Charles Ewa-Sama del Comitato del Gruppo di Monitoraggio della Risposta alla Polio.

Tuttavia, il dottor Charles Ewa Sama, del Comitato del Gruppo di Monitoraggio della Risposta alla Polio dello stesso programma, ha insistito sul rafforzamento della sorveglianza e della consapevolezza per superare questa epidemia nella RDC:

È importante avere questa consapevolezza nella comunità, affinché la comunità sia vigile contro il verificarsi di paralisi perché potrebbero esserci virus della poliomielite nella comunità ma se non siamo abbastanza vigili, non dovremmo essere in grado di rilevarli”..

Durante questo briefing, diversi relatori dell'EPI hanno sottolineato il ruolo chiave che i media devono svolgere nella sensibilizzazione della società.

READ  Ebola, guarito il paziente zero della Costa d'Avorio

Questo calo dei casi di poliomielite è stato particolarmente notato nel distretto di Maniema, precedentemente considerato un epicentro della poliomielite. Questa provincia è passata da 67 casi a un caso registrato nel 2023.

Questi dati sono stati presentati sabato 23 marzo al governatore ad interim del Maniema da una delegazione dell'UNICEF proveniente da New York.

Due anni fa Maniema era considerato in tutto il mondo un focolaio di poliomielite. A Maniema avete fatto enormi progressi nell’ultimo anno, passando da 67 casi a uno, il che dimostra che c’è un forte impegno da parte del governo per fermare questa epidemia, la cui estrema gravità stiamo ancora vedendo qui a Maniema. Ha affermato Stephen Laurier, Direttore del Programma di eradicazione della polio presso l'UNICEF di New York e Rappresentante del Comitato strategico per l'Iniziativa globale per l'eradicazione della polio.

Aggiunge che questa missione si concentrerà sulla scoperta di come mantenere il successo ottenuto lo scorso anno.

Per prima cosa faremo il punto sul perché abbiamo ottenuto questo successo, quali sono i fattori di successo, come possiamo evitare un'altra epidemia di poliomielite in questa provincia e come possiamo mantenere il successo ottenuto l'anno scorso. Perché solo perché c’è un solo caso non significa che il virus sia scomparso. Dobbiamo vedere con diversi partner come vaccinare tutti i bambini in tutto il Maniema, non solo nelle campagne. “, è da spiegare.

La prima fase delle Giornate nazionali di vaccinazione antipolio si terrà dal 28 al 30 marzo in tutta la Repubblica Democratica del Congo.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *